A- A+
Economia
Il dividend day zavorra la borsa. Da Piazza Affari 7 mld di cedole

Seduta negativa per le borse europee e Piazza Affari, condizionata da una giornata in cui le blue chips staccano una pioggia di dividendi: 7 miliardi.

L'indice Ftse Mib ha ceduto l'1,60% a 20.318 punti, con l'All Share sul -1,51%, un divario pressoche' pari a quello che si stima sia stato determinato dal pagamento delle cedole relative a diverse societa' di primo piano. Per Piazza Affari la giornata e' stata pero' molto animata, con un forte ribasso iniziale fino a un minimo del -3,4%, determinato anche dal timore per il risultato delle prossime elezioni e dall'allargamento dello spread, tornato sopra i 180 punti. La quota ha successivamente recuperato, fino al -0,8%, per poi cedere ancora nel finale. Al netto delle cedole il mercato resta comunque sotto le altre borse europee, oggi in lieve rialzo.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
borsemercati
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite

Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.