A- A+
Economia
Canone Rai fuori dalla bolletta elettrica: impegno con l'Ue,ritorno all'antico

Pronta la rivoluzione per il canone Rai. Seguendo gli impegni presi con l'Unione europea con il Pnrr, il canone Rai dovrebbe infatti uscire dalla bolletta elettrica. Il tutto in ottemperanza alla richiesta di Bruxelles di eliminare gli oneri impropri dai conti sull'energia. Il disegno di legge in questione è quello sulla concorrenza. Un testo il cui scopo, spiega il Messaggero, è quello di eliminare molte delle incrostazioni che frenano l'economia italiana.

Canone Rai fuori dalla bolletta elettrica: impegno preso con l'Ue

L'eliminazione del canone Rai dalla bolletta elettrica, prosegue il quotidiano romano, è "un impegno che il governo ha preso direttamente con l'Europa all'interno del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Nel contratto inviato a Bruxelles e che costituisce il pilastro sul quale si reggono i 200 e passa miliardi di prestiti e sovvenzioni che l'Italia riceverà nei prossimi anni, è stato messo nero su bianco la cancellazione dell'obbligo per i venditori di elettricità, di «raccogliere tramite le bollette somme che non sono direttamente correlate con l'energia»".

Canone Rai in bolletta introdotto da Renzi

Il canone della Rai pesa per 9 euro al mese per 10 mesi sui conti dell'elettricità è stato introdotto dal governo guidato da Matteo Renzi e ha permesso di sconfiggere l'evasione che storicamente ha afflitto il canone della televisione pubblica, ma lo ha fatto al prezzo di far apparire più care le bollette dell'energia. Per questo nei prossimi mesi potrebbe scomparire.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    canone raibolletta elettrica
    i più visti
    in evidenza
    CR7-Manchester, divorzio vicino Georgina mostra il pancione

    Le foto

    CR7-Manchester, divorzio vicino
    Georgina mostra il pancione


    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis celebra il suo primo anno di successi

    Stellantis celebra il suo primo anno di successi

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.