A- A+
Economia
Toscana, Liguria e Puglia: cresce la voglia straniera di comprar casa in Italia

Sono sempre di più gli stranieri che cercano una casa in Italia. Nel 2014 si è registrata una crescita delle richieste pari al 19,4%. Lo dice Gate-away.com, unico portale web per la ricerca di immobili rivolto esclusivamente agli acquirenti esteri nel nostro Paese.

Il report annuale stilato dal portale, unica fotografia completa sull’interesse dall’estero per il patrimonio immobiliare italiano, conferma un trend positivo, con alcune evoluzioni significative: “Il profilo dell’acquirente sta cambiando – commenta Simone Rossi, direttore commerciale di Gate-away.com –; chi vuole acquistare una casa in Italia è oggi più informato, più consapevole, non pensa più soltanto al casale in Toscana, che mantiene un grande appeal, ma sta scoprendo la varietà e la bellezza di molti territori e la possibilità di realizzare il proprio ‘sogno italiano’ anche senza un grosso budget a disposizione. Come Gate-away.com stiamo valorizzando questa ricchezza di proposte con azioni di informazione e promozione, e anche gli operatori italiani cominciano a credere nell’opportunità estero e nella necessità di potenziare e strutturare meglio l’offerta”. Tra le azioni sviluppate dal portale, la pubblicazione della guida “Italy: a Buying Guide” e la creazione del Padiglione Italia nelle più importanti fiere immobiliari internazionali, a partire da quella di Stoccolma (14-15 febbraio) e quella di Utrecht (13-15 marzo).

Nel 2014 Gate-away.com ha ricevuto visite da 212 Paesi diversi. Rispetto al 2013, sono rimasti immutati i primi cinque Paesi per richieste al portale, ma cambia il vertice: dopo anni di primato statunitense, il Regno Unito conquista la vetta, anche se di pochissimo. Nel dettaglio, dal Regno Unito è arrivato il 14,2% delle richieste, dagli Usa il 14,1%, dalla Francia il 10,8%, dalla Germania l’8,4% e dal Belgio il 6,3%. Tra questi Paesi, è la Francia a far registrare il maggior incremento di richieste, con un +22,5% sul 2013. Tra le novità, l’affacciarsi di nuovi Paesi che mostrano un interesse crescente per l’Italia e da cui il numero di richieste è più che raddoppiato; in particolare gli Emirati Arabi, saliti dal 20º posto del 2013 al 13º del 2014, e il Sudafrica, salito dal 19º posto del 2013 al 14º del 2014. Da notare anche il Brasile, che nell’ultimo anno è entrato nella top ten.

Dal punto di vista delle regioni, la Toscana mantiene il primato della più desiderata dagli stranieri che vogliono acquistare una casa in Italia: il 16,5% delle richieste ha riguardato questa regione; seguono Liguria (14,7%), Puglia (10,8%), Sardegna (7,2%) e Lombardia (6,9%). Si tratta della stessa cinquina del 2013, con la variazione della Sardegna che ha sorpassato la Lombardia. Va notato che, mentre la Toscana fa registrare un andamento sostanzialmente stabile come numero di richieste rispetto l’anno precedente, la Liguria cresce del 39,6% e la Puglia del 15,5%.

Nel 2014, inoltre, è sceso il valore medio degli immobili richiesti, che dai 508.000 euro del 2013 passa ai 432.500 euro; come negli anni precedenti, su Gate-away.com gli utenti hanno cercato per lo più soluzioni ‘abbordabili’: il 65,4% delle richieste ha riguardato immobili fino a 250.000 euro; da non trascurare in ogni caso il 16% di richieste per immobili sopra i 500.000 euro. I dati sulla tipologia delle abitazioni si mostrano in sostanziale continuità: la maggioranza delle richieste, pari ad un 78,3%, riguarda case singole e il restante 21,7% appartamenti; il 58,4% delle richieste riguarda soluzioni già abitabili (58,4%), il 10,7% nuove, il 10% parzialmente ristrutturate e il 14,5% da ristrutturare; si preferiscono per lo più sistemazioni con due o tre stanze (59,7% delle richieste) e con giardino (55%).

Tags:
casaitaliamercato immobiliarecompratori esteri
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.