A- A+
Economia
Cina, i brand mondiali mollano lo Xinjiang. Boicottaggio per H&M e Nike

Cina: lavoro forzato nello Xinjiang. Nel mirino del web ora Nike

Sui social nel mirino della rabbia degli utenti cinesi che lanciano appelli a boicottare la firma è la volta di Nike, all'indomani di quelli contro il gigante svedese dell’abbigliamento H&M. Anche alcune celebrità stanno cancellando i contratti firmati con i due brand. La bufera è esplosa dopo che le due aziende si sono dette “profondamente preoccupate" per le notizie riguardanti lo sfruttamento del lavoro forzato nello Xinjiang e hanno assicurato di non rifornirsi di cotone proveniente dalla regione autonoma, dove vive la minoranza musulmana degli uiguri. Oggi il contraccolpo alle dichiarazioni della Nike è stato tra gli argomenti di maggiore tendenza sui social media cinesi simili a Twitter, Weibo, piattaforma di micro-blogging più popolare in Cina, mentre in borsa il titolo del brand sportivo sta registrando perdite. Sempre sulla stessa piattaforma il popolare attore cinese Wang Yibo, 23 anni, ha annunciato la chiusura del suo contratto di testimonial per la firma sportiva. Stando a China Global Television Network, Wang, star di “The Untamed” con 38 milioni di followers su Weibo, ha detto che si oppone a “qualsiasi atto per imbrattare la Cina”. Stessa decisione da parte dell’attrice cinese Tan Songyun, 23 milioni di followers su Weibo.

Al momento non è chiaro quando i vertici della Nike abbiano pubblicato il comunicato incriminato, in quanto non riporta una data. “Siamo preoccupati in merito a segnalazioni di lavori forzati nella regione autonoma uigura dello Xinjiang (XUAR) e collegati a essa”, si legge nel comunicato Nike, precisando di “non rifornirsi in prodotti provenienti dallo Xinjinag e di aver avuto conferma dai propri fornitori che non vengono utilizzati tessuti o filati da quella regione”.  La Cina ha replicato, definendo "completamente infondate" le accuse e avvertito che non consentirà a nessuno di screditarla. 

Commenti
    Tags:
    cinalavoro forzatolavoro forzato xinjiangxinjianguigurih&mnike
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Nulla di cinese è mai durato... Ma ora si battono tutti i record

    Covid vissuto con ironia

    Nulla di cinese è mai durato...
    Ma ora si battono tutti i record


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Toyota apre il pre-booking di Nuova Yaris Cross Hybrid

    Toyota apre il pre-booking di Nuova Yaris Cross Hybrid

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.