A- A+
Economia
Confindustria, Carlo Bonomi eletto nuovo presidente: "No allo Stato padrone"

Confindustria, Carlo Bonomi eletto nuovo presidente: "No allo Stato padrone"

Carlo Bonomi e' il nuovo presidente di Confindustria. L'assemblea privata dei delegati, riunita in via telematica, lo ha eletto all'unanimita'. I 'si'' sono infatti stati 818, nessun 'no' e una scheda nulla. La partecipazione e' stata altissima, pari al 94,13% degli aventi diritto al voto, e una percentuale record dei consensi espressi pari al 99,9%. Bonomi era stato designato lo scorso 16 aprile con 123 voti favorevoli del Consiglio generale contro i 60 della sfidante Licia Mattioli. Succede a Vincenzo Boccia e sara' alla guida di Viale Astronomia per il quadriennio 2020-2024.

La consueta assemblea pubblica che doveva tenersi domani e' stata rinviata a settembre. Una possibile data e' lunedi' 28. Il nuovo leader degli industriali da presidente designato, lo scorso 26 aprile ha subito sferzato la politica e lanciato un appello: e' il momento di una "grande coesione nazionale" e della "lealta'" tra tutte le parti in causa, serve "una maggiore concretezza, meno slogan, meno frasi fatte". Ha sottolineato che la liquidita' alle imprese deve arrivare "velocemente" e bisogna anche progettare la fase 3 "quella dei grandi investimenti sul territorio, di cui nessuno parla". 

Bonomi ha anche messo in chiaro che "voler contrapporre la salute al lavoro non e' mai stato nelle corde" di Confindustria. Ed e' tornato a parlare di un "sentimento fortemente antindustriale" - come nel suo primo discorso - evidenziando che "bisogna avere tutti l'onesta' intellettuale e la correttezza di affrontare questo tema" della ripartenza "con la voglia di stare uniti e coesi con la voglia di guardare al futuro e non con lo specchietto retrovisore". "Servono meno slogan, meno frasi fatte e dare una maggiore concretezza", ha detto. Oggi l'assemblea privata di Confindustria ha anche approvato il bilancio 2029 che rileva un avanzo della gestione operativa e finanziaria di euro 30.794, in linea con quanto previsto nel Budget di periodo. Nell'esercizio in corso e' proseguita l'implementazione del piano strategico approvato a novembre 2017 dal Consiglio Generale, con il completamento di circa il 90% degli obiettivi di sviluppo previsti. Il totale oneri e il totale proventi della gestione operativa e finanziaria si attestano a 37,4 milioni di euro. Il totale oneri, confrontato con la serie storica, si presenta sempre in evidente riduzione rispetto ai valori del 2002. Confindustria presenta al 31 dicembre 2019 un patrimonio netto di 205,5 milioni di euro con una riserva attivita' istituzionali di 49,2 milioni di euro.

bonomi(Fonte Twitter Carlo Bonomi)
 

Commenti
    Tags:
    confindustriacarlo bonomipresidente confindustriaindustrialigoverno




    
    in evidenza
    Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso

    Boutique eleganti, collaborazioni costose e... L'analisi

    Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso


    motori
    CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

    CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.