A- A+
Economia

Dopo il Qatar, nuovo proprietario della Costa Smeralda, un altro emirato arabo, Dubai (Emirati Arai Uniti), potrebbe investire sulla costa gallurese. Nel prossimo fine settimana una delegazione del Comune di Olbia incontrera' gli inviati dello sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktum. Al centro dei colloqui, i piani dell'emirato per le marine di Portisco e Porto Rotondo.

La prima, detenuta dalla societa' "Italia navigando" del gruppo Invitalia, si trova al confine meridionale della Costa Smeralda. La Marina di Portorotondo e', invece, di proprieta' del gruppo Molinas, famiglia gallurese di imprenditori del settore sughericolo.

Dal Comune di Olbia, nel cui territorio ricadono entrambe le aree, non trapelano informazioni dettagliate sul tipo di investimento proposto, ma sembra che l'attenzione degli acquirenti arabi si concentri anche sullo sviluppo della portualita' e delle infrastrutture. Recentemente "Italia navigando" ha indetto un'offerta pubblica d'acquisto per due lotti di terreno a Portisco. Il prezzobase per circa 19.000 metri quadrati di superficie e' di tre milioni di euro.

Tags:
dubaicosta smeraldaporto rotondoolbia

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.