A- A+
Economia
Eataly, Guerra fissa gli obiettivi: 150 negozi, 1,5 miliardi di fatturato

Eataly punta ad un negozio in ogni capitale del mondo e a 1,5 miliardi di fatturato. A dare gli obiettivi del supermercato dei prodotti di qualità del made in Italy fondato da Oscar Farinetti è il presidente esecutivo, Andrea Guerra al ventiduesimo summit su moda e lusso organizzato da Pambianco e Deutsche Bank. "Ci sono 170 capitali e un negozio per capitale possiamo" farlo.

Quanto al fatturato e' stato "380 milioni nel 2016, sara' 480 quest'anno, 600 nel 2018". Poi "sopra il miliardo, il miliardo e mezzo arriviamo", spiega Guerra, mentre in Italia "salvo qualche altra apertura siamo praticamente a posto, se noi pensiamo alla nostra crescita il 90% e' fuori dal Paese".

In termini di acquisizioni il presidente di Eataly dice che farne "2-3 nei dolci, nelle conserve e' possibile". Sulla quotazione conferma 12-18-24 mesi sottolineando che "l'ingresso in Borsa non cambia la vita, il vero tema e' essere credibili sul lungo periodo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
eatalyandrea guerraobiettivi eataly
i più visti
in evidenza
BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

Scatti d'Affari

BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi


casa, immobiliare
motori
Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover

Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.