A- A+
Economia
Enel, il Covid pesa su conti del 2020: ricavi in calo del 19%
Starace, AD di Enel

Il consiglio di amministrazione di Enel ha esaminato i risultati consolidati preliminari dell'esercizio 2020 che si chiude con una sostanziale tenuta dell'ebitda e dell'indebitamento e una flessione dei ricavi per l'impatto del Covid-19. L'ebitda ordinario si attesta a 17,9 miliardi di euro, invariato rispetto al 2019 e l'ebitda, che include gli effetti delle operazioni straordinarie, e` pari a 16,8 miliardi (-5,1%). I ricavi ammontano a 65 miliardi, in diminuzione di 15,3 miliardi (-19,1%) rispetto agli 80,3 miliardi realizzati nel 2019. Una variazione, spiega il gruppo, prevalentemente riconducibile ai minori ricavi dei Mercati Finali, dovuti alla riduzione delle vendite di gas ed energia elettrica in Spagna e Italia, alla riduzione dei volumi principalmente per gli effetti derivanti dall'epidemia da Covid-19 oltre all'evoluzione negativa dei tassi di cambio, in particolare in America Latina. L'indebitamento finanziario netto a fine 2020 e' paria a 45,4 miliardi, "in miglioramento rispetto alle attese" dai 45,2 miliardi rilevati nel 2019 (+0,4%).

Per l'ebitda, Enel rileva un incremento di Enel Green Power, prevalentemente a seguito del miglioramento del margine operativo lordo in Italia, per le migliori performance degli impianti idroelettrici, e in Nord America e Spagna, principalmente per le maggiori quantita' di energia prodotta con l'entrata in funzione di nuovi impianti nel corso del 2019 e del 2020; un miglioramento di Generazione Termoelettrica e Trading in Spagna, prevalentemente per l'effetto derivante dalla modifica del beneficio dello sconto energia a seguito del 'V Accordo Quadro sul Lavoro in Endesa' e in Italia e Spagna, per il miglioramento del margine di generazione legato alla diminuzione dei costi di approvvigionamento e per le migliori efficienze operative.

Variazioni negative, invece, si registrano per Infrastrutture e Reti principalmente in America Latina riferibile ai minori volumi di energia trasportati per gli effetti sulla domanda derivanti dall'epidemia da Covid-19; all'effetto cambi negativo e agli impatti positivi rilevati nel 2019 relativi all'accordo raggiunto da Edesur con il governo argentino per la definizione di partite regolatorie pregresse. Oltre alla riduzione del margine relativo ai Mercati Finali. La consistenza del personale a fine 2020 e' pari a 66.717 unita' (68.253 unita' a fine 2019). Nel 2020, il Gruppo Enel ha prodotto complessivamente 207,1 TWh di elettricita' (229,1 TWh nel 2019), ha distribuito sulle proprie reti 484,6 TWh (507,3 TWh nel 2019 ) e ha venduto 298,2 TWh (322,0 TWh nel 2019). In particolare, nel 2020 all'estero il Gruppo Enel ha prodotto 164,6 TWh di elettricita' (182,2 TWh nel 2019), ha distribuito 271,0 TWh (279,6 TWh nel 2019) e ha venduto 208,0 TWh (224,5 TWh nel 2019). 

Commenti
    Tags:
    enelbilancio 2020ricavi enelfrancesco starace enel
    S
    i più visti
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.