A- A+
Economia
Enel, profitti in crescita del 20% a 2,61 miliardi. Dividendo di 0,358 euro
Francesco Starace (fonte Lapresse)

Oltre 2,6 miliardi di utili nell'anno del Covid per Enel, in crescita del 20,1% dai 2,174 miliardi del 2019. I ricavi, si legge in una nota, si attestano a 64,985 miliardi (80,327 mld nel 2019, -19,1%). La variazione è principalmente attribuibile ai Mercati Finali per effetto delle minori quantita' di gas ed energia elettrica vendute in Italia e Spagna, sostanzialmente a causa dell'impatto della pandemia da Covid-19, alle attivita' di Generazione Termoelettrica e Trading in Italia per le minori attivita' di trading, nonche' all'effetto cambi negativo in America Latina.

L'Ebitda e' pari a 16,816 mld (17,704 mld nel 2019, -5,0%) e l'Ebit si attesta a 8,368 mld (6,878 mld nel 2019, +21,7%). L'indebitamento finanziario netto si attesta a 45,415 mld (45,175 mld di euro a fine 2019, +0,5%), in lieve aumento per effetto degli investimenti del periodo e per l'acquisto di ulteriori interessenze nel capitale sociale di Enel Americas e Enel Chile. Gli investimenti nel 2020 sono pari a 10,197 mld (9,947 mld nel 2019, +2,5%). Il dividendo complessivo proposto per l'intero esercizio 2020 e' pari a 0,358 euro per azione (di cui 0,175 euro per azione gia' corrisposti quale acconto a gennaio 2021), in crescita del 9,1% rispetto al dividendo complessivo di 0,328 euro per azione riconosciuto per l'intero esercizio del 2019.

Il cda ha convocato l'assemblea ordinaria degli azionisti per il prossimo 20 maggio, in unica convocazione, prevedendo che - alla luce dell'evolversi dell'emergenza sanitaria connessa alla pandemia da Covid-19 e tenuto conto di quanto previsto in materia di svolgimento delle assemblee di societa' dal Decreto Legge 17 marzo 2020- l'assemblea si svolga secondo modalita' che consentano agli azionisti di intervenire esclusivamente tramite il rappresentante designato. Ai soci verra' proposta la distribuzione di un dividendo complessivo di 0,358 euro per azione con il saldo pari a 0,183 per azione in pagamento a decorrere dal 21 luglio con stacco cedola il 19 luglio. 

Enel commenta come nel corso del 2020, la pandemia da Covid-19 ha profondamente inciso sull'economia globale, sulle abitudini di vita e sulle modalita' di lavoro. In tale contesto, la diversificazione geografica, il modello di business integrato lungo la catena del valore, la solida struttura finanziaria e un elevato livello di digitalizzazione hanno permesso al Gruppo di beneficiare di una significativa resilienza che si e' riflessa nei risultati economico-finanziari dell'esercizio.

Nel 2021, il Gruppo proseguira': nell'accelerazione degli investimenti nelle energie rinnovabili, soprattutto in America Latina e Nord America, a supporto della crescita industriale e nell'ambito della politica di decarbonizzazione adottata; nella crescita degli investimenti finalizzati al miglioramento della qualita' e della resilienza delle reti di distribuzione, specialmente in Italia e America Latina, nonche' nella loro ulteriore digitalizzazione; nell'incremento degli investimenti dedicati all'elettrificazione dei consumi, soprattutto in Italia, con l'obiettivo di valorizzare la crescita della base clienti, nonche' degli investimenti dedicati al continuo efficientamento, sostenuto dalla creazione di piattaforme globali di business. 

Commenti
    Tags:
    enelfrancesco staracebilancio 2020 enel
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Il vaccino preferito dagli italiani? Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes

    Covid vissuto con ironia

    Il vaccino preferito dagli italiani?
    Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Q4 E-Tron è il primo suv compatto 100% elettrico di Audi

    Q4 E-Tron è il primo suv compatto 100% elettrico di Audi

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.