A- A+
Economia
Jobs Act/ Fassina: ecco perché la gente non vota più Pd...


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


"Le Commissioni parlamentari devono valutare i decreti e potranno fare dei rilievi nel limiti consentiti dalla norme di delega, quindi potranno essere degli interventi di portata limitata. Dipenderà poi dalla volontà politica del governo di accogliere modifiche o meno perché i passaggi in Commissione hanno soltanto natura consultiva". Lo afferma Stefano Fassina, intervistato da Affaritaliani.it sul Jobs Act. "Dopodiché trovo indecenti queste chiacchiere intorno ai decreti attuativi senza valutarne i contenuti. Aver evitato un'ulteriore degenerazione proposta dall'Ncd non ridimensiona l'arretramento determinato dalla delega sul lavoro e non copre l'assenza di miglioramenti per i lavoratori precari".

Che fare ora? "Si continua nell'iniziativa affinché possano esserci correzioni. E' un percorso in salita che però trova fuori dai palazzi ampio riscontro, da milioni di persone che hanno indicato di non condividere le scelte del governo e hanno proposto strade alternative. Lo hanno fatto con le mobilitazioni, con gli scioperi e lo hanno fatto anche rimanendo a casa e non votando Pd nelle elezioni regionali".

"Sul Jobs Act - attacca Fassina - la ricetta di Renzi è quella della Troika e dei conservatori, che punta alla svalutazione del lavoro come illusoria via alla competitività. E' una ricetta che aggrava la recessione e che aggrava il debito pubblico oltre a non portare a un posto di lavoro in più".

In quanti la pensano come lei? "Questa è la mia posizione. Guardo ai contenuti e non al tatticismo del posizionamento politico dell'Ncd o di altri. Nei contenuti il governo è in linea con la ricetta della Troika, dei conservatori e dei liberisti che in questi anni hanno dominato e continuano a dominare".

Tags:
fassina

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.