A- A+
Economia

 

 

alessandro pansa apeAlessandro Pansa

Una sonora bocciatura. E non poteva essere altrimenti per Finmeccanica in Borsa dopo la diffusione, giovedì, dei conti dei primi nove mesi, archiviati con una perdita di 136 milioni. Il titolo, che non è riuscito a fare prezzo in avvio di contrattazioni, perde in chiusura il 5,99% a 5,10 euro.

Il colosso della difesa ha chiuso i primi nove mesi dell'anno con ricavi in flessione del 3,0% rispetto allo stesso periodo di un anno fa a 9,44 miliardi di euro, con un Ebita passato da 706 milioni di euro a 697 milioni e con un risultato operativo dimezzato a 296 milioni. Il risultato netto e' sceso da 141 a -136 milioni di euro. Sul risultato ha pesato l'andamento di AnsaldoBreda che, sottolinea la società, ''non ha raggiunto alcuno degli obiettivi assegnati realizzando ordini per soli 63 milioni di euro, ricavi per 402 milioni di euro, EBITA negativo per 94 milioni di euro''.

Tengono, invece, i comparti 'core' dell'Aerospazio e Difesa che hanno raggiunto gli obiettivi di ordini (8.171 milioni di euro) e ricavi (9.978 milioni di euro), hanno superato quelli sull'Ebita (pari a 712 milioni di euro), oltre a ''mitigare parzialmente gli effetti negativi sul Free Operating Cash Flow determinati dai mancati incassi del contratto indiano di AgustaWestland''. Per l'esercizio 2013, il Gruppo prevede comunque di realizzare un utile netto consolidato positivo ''anche grazie al closing dell'operazione di cessione di Ansaldo Energia, previsto entro la fine dell'anno''.

Durante la conference call con gli analisti,  l’amministratore delegato Alessandro Pansa ha ammesso: "Il nostro problema ha un nome, quello di Ansaldo Breda". Una situazione, ha evidenziato Pansa, che impone ora l’assunzione di decisioni sul futuro dell’azienda.

Pansa ha parlato anche della querelle che riguarda proprio AnsaldoBreda e le ferrovie olandesi e belghe sui treni ad alta velocità Fyra:. "La nostra posizione è sostenuta da tutti i report che sono stati redatti e realizzati da agenzie indipendenti", che dimostrano che "i difetti e problemi dei treni sono ordinari e non strutturali". "Continuiamo a ritenere strumentale il comportamento delle ferrovie belghe e olandesi», ha aggiunto assicurando che verranno percorse tutte le vie giudiziarie per dimostrare che «non c’è ragione per cancellare il contratto". Pansa ha poi aggiunto di essere "fiducioso che il closing della vendita di Ansaldo Energia avverrà entro l’anno, che ha dimostrato la capacità del gruppo di centrare un obiettivo strategico".

Infine, ha aggiunto Pansa, "conserviamo un forte interesse" per Avio Space. "Sono in corso colloqui con il venditore e con soggetti internazionali che potrebbero essere nostri partner nel deal".

Tags:
finmeccanicaborsaansaldo breda
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.