A- A+
Economia
Borsa Affari LP

Chiusura di seduta in netto calo per la Borsa valori, che scivola nel pomeriggio sui timori legati alla situazione cipriota. L'indice Ftse Mib termina con un -1,59% a 15.670 punti, All Share a -1,52%. Dopo una prima meta' di seduta equilibrata, grazie anche all'indice tedesco Zew di marzo migliore delle attese, Piazza Affari ha perso nettamente terreno, in attesa del voto del Parlamento di Cipro per le misure legate al salvataggio da parte dell'Europa. Si delinea una situazione di stallo che dovrebbe portare alla non approvazione della misura, e a ulteriori negoziati per trovare una soluzione.

Le incertezze relative si sono riflesse sui titoli bancari. Mediobanca chiude con un -5,03%, Unicredit -4,07%, Bper -4,97%, Bpm -5% in attesa dei conti. Meglio Intesa, con un -2,83%. Fiat (-1,28%) accusa il peso del calo delle immatricolazioni auto a febbraio in Europa, per il Lingotto superiore al mercato. Fiat Industrial cede il 2,77%, Finmeccanica il 3,06%. Rialzi per Terna (+1,31%), Italcementi (+0,80%), ancora St (+1,05%) dopo lo scioglimento della jv con Ericsson. Sul resto del listino balzo di Mittel (+10,55%) dopo che la societa' ha lanciato un'offerta di scambio sulle proprie azioni, con pagamento in obbligazioni.

Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti chiude a 338 punti, dopo aver toccato ieri un picco di giornata a quota 340 ed essere sceso oggi a un minimo di 323. Il rendimento e' al 4,72%. Continua ad allargarsi la forbice con il differenziale Bonos/Bund, che si attesta a 370 punti per un tasso del 5,05%.

In questo clima chiudono in rosso tutte le principali borse europee: Francoforte perde lo 0,79% a 7.947,79 punti e Parigi l'1,3% a 2.772,25 punti, Madrid arretra del 2,2%. Anche Wall Street, nonostante i dati positivi sul mercato immobiliare a febbraio, e' negativa.

Tags:
mercatiborsespreadcipro
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.