A- A+
Economia
Claudia Armandola (Ebano): con l'Academy formiamo anche i nostri dipendenti

Anche in un anno terribile come quello segnato dalla pandemia, le imprese possono adottare scelte strategiche determinanti per il loro futuro. Ebano spa, fondata e guidato da Carlo Robiglio, presidente di Piccola Industria Confindustria, lo ha fatto decidendo di rendere ancora più articolata e competitiva la propria struttura sul fronte della commercializzazione. Da maggio 2020, responsabile della gestione vendite del Gruppo leader italiano della formazione a distanza (Fad) è diventata a tutti gli effetti Claudia Armandola, entrata in Ebano nel settembre 2019, dopo una importante esperienza in una realtà internazionale attiva nel trading online. In pochi mesi Armandola ha contribuito a porre le basi per una svolta ancora più marcata. 

La formazione è il core product del Gruppo. Stavolta avete voluto indirizzarla anche al vostro interno…Diciamo che abbiamo avuto il coraggio di portare avanti investimenti ambiziosi mirando a sviluppare  prima di tutto il patrimonio umano dell’azienda. Il progetto Eca di Ebano parte da qui. La Ebano Corporate Academy sarà un vero e proprio incubatore di talenti, che potranno arricchire le fila dell’area commerciale del gruppo dopo un adeguato periodo di formazione e di training on the job. E’ un’iniziativa nella quale credo fortemente e che a breve darà i propri frutti, permettendomi di impegnare “sul campo” i primi allievi che termineranno il percorso di formazione.

Troveranno terreno fertile, viste le performance del Gruppo malgrado la tragedia e le tante restrizioni dovute al Covid 19. Chiuderete il 2020 con oltre 18 milioni di fatturato. Come spiega questo risultato?          E’ stato un annus horribilis per l’intera umanità. Ha messo a dura prova ogni aspetto del nostro vivere quotidiano nel pubblico e nel privato e ci ha costretto a fare i conti con limitazioni personali che mai avremmo pensato di dover affrontare. In un contesto in cui lo stesso tessuto economico nazionale è stato duramente colpito, con un pil che, secondo le ultime previsioni Ocse, crollerà di oltre 9 punti, come Gruppo Ebano possiamo ritenerci soddisfatti per vari motivi. Primo fra tutti - e non era scontato – il fatto che i nostri dipendenti e collaboratori abbiano dimostrato una grande resilienza. Con estremo spirito di adattamento e flessibilità, ci siamo adeguati tutti per rimodulare la nostra quotidianità e adattarla allo smart working. Un cambiamento reso più agevole dalla lungimiranza dei vertici aziendali. Sulle vendite, ad esempio,  il lavoro da casa era già parte del nostro Dna, con 3 team stabilmente remotizzati ancor prima della pandemia.

Ma avete subito alzato l’asticella, decidendo di lanciare nuove sfide                                                                   Fa parte della filosofia del Gruppo, portata avanti dal Presidente con il supporto operativo della Direzione. Ebano fa del miglioramento continuo la ragione dei suoi successi. A maggior ragione nei periodi di incertezza, quando bisogna rifuggire dalla rassegnazione e dall’immobilismo per individuare e percorrere la strada della crescita.

Novità anche per i corsi?                                                                                                                                            Abbiamo una clientela annuale media che supera le seimila unità. Vogliamo accrescere ulteriormente questo risultato. Per farlo, non ci limitiamo a rendere più pervasive e capillari struttura e iniziative di promozione. Nel 2021 arricchiremo anche il catalogo formativo del Centro Europeo di Formazione, società di punta del gruppo. La formazione a distanza, all’origine di uno dei nostri business più importanti, mai come quest’anno si è rivelata un volano di speranza e di opportunità di un futuro migliore e prospero  per le migliaia di nostri allievi che hanno scelto di tracciarsi nuovi profili professionali tramite i corsi Cef. Noi di Ebano siamo consapevoli e orgogliosi di dare risposte concrete, pur negli ovvi limiti di una dimensione aziendale, alla domanda di sviluppo e di rinascita del Paese, in una fase sicuramente complessa e difficile sotto il profilo socioeconomico, oltre quello sanitario. In questo senso, i tanti ostacoli affrontati quest’anno  hanno rappresentato anche uno sprone per permettere a tutti noi di fare del nostro meglio e di accrescere aspettative e obiettivi.

 

  

 
Commenti
    Tags:
    formazioneindustriapiccolaconfindustria
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Francesca Lodo in lacrime I naufraghi contro Paul Gascoigne

    Caos all'Isola dei Famosi 2021. Video e foto

    Francesca Lodo in lacrime
    I naufraghi contro Paul Gascoigne


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Mercedes EQS, l’ammiraglia full electric

    Nuova Mercedes EQS, l’ammiraglia full electric

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.