A- A+
Economia
Gucci unica pretendente: il lusso conquista Richard Ginori
Ginori

Una sola offerta, decisiva: solo Gucci si è fatta avanti per rilevare Richard Ginori. Il gruppo italiano controllato dalla francese Kering (ex Ppr) acquisirà la storica azienda toscana per 13 milioni di euro. Nei prossimi giorni ci saranno le consultazioni sindacali, perché l'assegnazione è condizionata all'approvazione delle parti sociali. Il piano di Gucci per la storica manifattura di porcellane di Sesto Fiorentino, prevede il reintegro di 235 lavoratori su 305 e il proseguimento della cassa integrazione per gli altri. "L'offerta d'acquisto di 'Richard Ginori 1735' da parte del gruppo Gucci è una splendida notizia che assicura futuro e investimenti sulla storica manifattura di Sesto Fiorentino" commenta il sindaco di Sesto, Gianni Gianassi. "Adesso - aggiunge - si apre una difficile trattativa tra la proprietà e i sindacati per determinare i livelli occupazionali a partire dal piano industriale e dalle sue esigenze".

L'acquisto di Richard Ginori "conferma lo spirito di attenzione e investimento dell'azienda sul territorio fiorentino" e "l'impegno nel continuare a sostenere la filiera produttiva, quale patrimonio di conoscenze e competenze unico, che va tutelato e valorizzato". Così Gucci in una nota commenta la vittoria della procedura competitiva per il marchio toscano. L'obiettivo dell'operazione è "il rilancio dello storico marchio fiorentino, sinonimo da sempre di qualità, artigianalità e 'made in Italy', gli stessi valori alla base del successo del marchio Gucci".

Alla luce di questi obiettivi strategici Gucci "intende investire in un programma industriale per sostenere i piani produttivi, oltre che supportare Richard Ginori nei processi di innovazione e ricerca e sviluppo e sostenere i valori del 'made in Italy' attraverso la valorizzazione, la formazione e il mantenimento delle qualificate risorse umane gia' presenti in azienda". Oggi Gucci - ricorda una nota - impiega direttamente oltre novemila dipendenti nel mondo, di cui oltre 1.300 a Firenze, e alimenta un indotto complessivo di circa 45 mila persone in Italia. L'offerta per Richard Ginori è "un'ulteriore conferma dell'intenzione dell'azienda di continuare a sostenere la filiera produttiva, quale patrimonio di conoscenze e competenze unico, che va tutelato e valorizzato in una logica di sostenibilità industriale, sociale e ambientale".

Tags:
guccirichard ginori
i più visti
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.