A- A+
Economia
Guerra Russia-Ucraina, Cai: cala il prezzo del mais (-2,5%), stabile il grano

Guerra Russia-Ucraina, cala il prezzo del mais (-2,5%), resta stabile il grano

Le oscillazioni dei prezzi dei prodotti agricoli sembrano attenuarsi con il primo calo del mais dall’inizio della guerra (-2,5%) e il grano che resta ancorato alle quotazioni della scorsa settimana. Lo comunica CAI - Consorzi Agrari d’Italia-, in base alla rilevazione settimanale della Borsa Merci di Bologna, punto di riferimento in Italia per le contrattazioni fisiche dei prodotti agricoli.

In un mercato che resta comunque molto instabile, questo scenario è determinato dall’arrivo in Italia di prodotti agricoli da Paesi come l’Ungheria o la Bulgaria che avevano minacciato il blocco delle esportazioni. Il mais scende a quota 395 euro a tonnellata, in calo di 10 euro rispetto alle quotazioni delle ultime due settimane (-2,5%), mentre grano tenero e duro restano invariati. Stesso discorso per orzo e sorgo, mentre la soia tocca quota 708 euro a tonnellata (+1%).

Rispetto alle rilevazioni del 17 febbraio, prima dell’inizio della guerra, il grano tenero ha subito una impennata del 32,9%, il mais del 38,5%, sorgo e orzo del 39,8%, la soia del 12,3%. L’Italia importa il 64% del grano tenero per il pane e i biscotti, il 44% di grano duro necessario per la pasta, il 47% di mais e il 73% della soia, questi ultimi due prodotti fondamentali soprattutto per l’alimentazione animale.

CAI, ricordando che il costo dei prodotti agricoli incide sul 10% del prezzo del prodotto finale al consumatore, ribadisce come gli aumenti nel breve periodo di prodotti derivanti dal grano tenero, quali pane, farine e biscotti, sono dovuti principalmente al caro energia e ai rincari di trasporti, imballaggi, carburante.

 

Leggi anche: 

" Quando il "matto" è il vicino di casa: papà "normale" uccide i due figli

Caso Orsini-Cartabianca: "Fu nominato dai governi Pd di Renzi e Gentiloni"

Guerra Russia-Ucraina, Camporini: "Putin è in difficoltà, non ha più riserve"

FdI, La Russa: "Giusto mandare armi ai patrioti ucraini". Sei d'accordo? Vota

La "gaffe" di Milo Infante, anche i giornalisti hanno un cuore

Dalla Gentili il consigliere di Zelensky: "Vinceremo noi, anche senza la Nato". VIDEO

Eni, con FAO e NNPC: consegnati 11 impianti idrici in Nigeria

Sicurezza antincendio, imprese e associazioni unite sul tema edilizio

Le imprese estere in Italia e i nuovi paradigmi della competitività”

Commenti
    Tags:
    caigranoguerra russia ucrainamaisprezzi




    
    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


    motori
    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.