A- A+
Economia
Lavoro, Corte dei Conti boccia Anpal e centri impiego. "Scarso coordinamento"

Lavoro, Corte dei Conti boccia Anpal. "Scarso coordinamento"

Il governo studia come riformare il Reddito di Cittadinanza che non sta dando i frutti sperati soprattutto per quanto riguarda la ricerca del lavoro. Dalla Corte dei Conti intanto - si legge sul Corriere della Sera - arriva un assist per accelerare questa misura. La magistartura contabile infatti ha pubblicato uno studio effettuato sull'Anpal, l'ente che si occupa della ricerca del lavoro e che fino a pochi mesi fa era diretto da Domenico Parisi, il responsabile dei Navigator. Il giudizio non lascia spazio alle interpretazioni, la bocciatura per Anpal è netta.

Secondo un’indagine della Corte - prosegue il Corriere - "esistono eterogenei assetti organizzativi, con approcci, metodologie e sistemi informativi diversificati ». In pratica siamo di fronte a sistemi che si muovono in autonomia mentre sarebbe «essenziale una definizione chiara di misure e regole coordinata dal livello centrale. Secondo dati al 2019 nei centri per l’impiego lavorano 10.895 addetti, tra cui i Navigator.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    lavorocorte dei contianpalnavigatorcentri impiegogovernoreddito di cittadinanza
    i più visti
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


    casa, immobiliare
    motori
    Toyota presenta la nuova Corolla Cross

    Toyota presenta la nuova Corolla Cross

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.