A- A+
Economia
Mediaset, Bianchina vale più della D'Urso: corrono i ricavi da pubblicità
Bianca Berlinguer

Mfe, con la nuova "linea" di Bianchina Berlinguer crescono i ricavi pubblicitari. Altro che D'Urso

Bianca Berlinguer meglio di Barbara d'Urso almeno sul fronte della crescita dei ricavi. Mfe, ossia il nuovo nome di Mediaset dopo il trasferimento della sede legale in Olanda, nella nota che accompagna i risultati del primo trimestre, chiuso con un balzo dei ricavi dell'8,2% a Mfe, a 699,8 milioni di euro rispetto ai 646,6 milioni del primo trimestre 2023, scrive in una nota che la crescita della pubblicità (+6,3% nel periodo) è "frutto di un deciso cambio di passo della linea editoriale". 

Una decisione maturata dall'ad Pier Silvio Berlusconi che ha portato all'uscita di alcune star consolidate del gruppo televisivo fondato dal padre Silvio. A contribuire all'utile, che ha registrato un balzo a 16,8 milioni di euro, il 66,5% in più rispetto ai 10,1 milioni di euro dello stesso periodo dello scorso anno, anche il miglioramento dei conti della controllata in Spagna, dove i ricavi pubblicitari sono cresciuti del 8%, e il contributo derivante dal consolidamento integrale di Mediamond da inizio 2024.

LEGGI ANCHE: Mfe, l'utile balza a 16,8 mln: crescita del 66,5% e il titolo sale in Borsa

Il risultato operativo (Ebit) di gruppo è pari a 23,5 milioni di euro, +21,8% rispetto ai 19,3 milioni di euro dello stesso periodo del 2023. La generazione di cassa caratteristica (Free Cash Flow) è cresciuta in modo sensibile del 34% a 213 milioni di euro, rispetto ai 158,9 milioni di euro dello stesso periodo del 2023.

A tal proposito la nota diffusa dal gruppo spiega che essendosi mantenuta “decisamente positiva”, ha determinato “un ulteriore riduzione dell’indebitamento finanziario netto consolidato rispetto al 31 dicembre 2023”.

Buone anche le previsioni che vedono in aprile una crescita della pubblicità del 7,1% e una buona performance anche per maggio. Quanto alla partecipazione nell'emittente tedesca ProsiebenSat, come azionista di lungo periodo, Mfe ribadisce il “costante presidio del proprio investimento”, affermando di attendere per l’esercizio in corso un miglioramento dei risultati economici, della generazione di cassa e dell’indebitamento rispetto al 2023. In Borsa, dopo una partenza in forte rialzo, il titolo Mfe segna un rialzo di circa lo 0,47%.






in evidenza
La rivoluzione di Spalletti: 4 cambi in formazione (e un dubbio...)

Italia-Croazia

La rivoluzione di Spalletti: 4 cambi in formazione (e un dubbio...)


motori
Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.