A- A+
Economia
Mediaset ritenta con la sede in Olanda. Il Covid brucia 51 milioni di profitti

Mediaset fa dietrofront sul voto maggiorato ma rilancia sul trasferimento della sede in Olanda, progetto annullato un anno fa insieme all'operazione MediaForEurope. Sul primo punto, il consiglio di amministrazione, "al fine di evitare ulteriori contenziosi e auspicabilmente ristabilire un dialogo costruttivo con tutti gli azionisti", ha deliberato all'unanimità di convocare l'assemblea straordinaria degli azionisti per il 27 maggio 2021 per delibera sulla abrogazione dell'articolo 7 dello statuto sociale che prevede la maggiorazione di voto.

Inoltre il cda ha deliberato all'unanimità di sottoporre agli azionisti "la proposta di trasferire la sede legale della società ad Amsterdam, Olanda, da realizzarsi mediante l'adozione da parte della società della forma giuridica di una naamloze vennootschap regolata dal diritto olandese, e l'adozione di un nuovo statuto conforme al diritto olandese". L'assemblea su questo punto sarà il 23 giugno prossimo. Le azioni resteranno quotate a Piazza Affari e "in Italia rimarrà anche la sede effettiva nonchè la residenza fiscale della società".

Gli azionisti di Mediaset che non voteranno a favore del trasferimento saranno legittimati ad esercitare, ove la relativa delibera venga approvata, il diritto di recesso ai sensi di legge. "Il prezzo spettante agli azionisti che eserciteranno il diritto è pari a 2,181 euro per azione". 

L'efficacia dell'esercizio del diritto di recesso - si legge nella nota - è condizionata al perfezionamento del trasferimento, a sua volta subordinato al verificarsi di alcune condizioni sospensive, inclusa quella relativa all'ammontare da pagare da parte di Mediaset agli azionisti che abbiano esercitato il diritto di recesso, "che non dovrà essere superiore a 120 milioni di euro".

Il trasferimento in Olanda è dettato dalla volontà di "accedere a un ecosistema che potrà generare benefici" per gli azionisti, sottolinea Mediaset: "Facilitare un più realistico apprezzamento della società da parte del mercato borsistico"; "rafforzare la capacità di Mediaset di raccogliere capitali e risorse finanziarie necessarie per sostenere lo sviluppo di nuovi progetti di business e per agevolare operazioni di integrazione con nuovi partner"; "disporre di un ordinamento giuridico conosciuto e apprezzato da operatori del mercato e investitori a livello internazionale in grado di valorizzare la dimensione paneuropea del business; "assicurare ampie tutele agli investitori, garantendo un alto grado di certezza del diritto e delle relazioni contrattuali/commerciali e, conseguentemente, della realizzabilita' del progetto di internazionalizzazione". 

Intanto, il Biscione ha approvato i conti del 2020 che si sono chiusi con 139,3 milioni di euro di profitti, in calo rispetto ai 190,3 milioni del 2019, su ricavi scesi di circa il 10% a 2,36 miliardi di euro. 

Commenti
    Tags:
    mediasetbilancio mediasetsede mediasetpier silvio berlusconiprosieben mediasetvoto maggiorato mediasetvivendi mediaset
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Nulla di cinese è mai durato... Ma ora si battono tutti i record

    Covid vissuto con ironia

    Nulla di cinese è mai durato...
    Ma ora si battono tutti i record


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Toyota apre il pre-booking di Nuova Yaris Cross Hybrid

    Toyota apre il pre-booking di Nuova Yaris Cross Hybrid

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.