A- A+
Economia

Le borse europee chiudono deboli, con Milano e Madrid in forte calo, per le tensioni in Portogallo e per la riforma dell'energia in Spagna, che pesa sui titoli delle utility. Francoforte termina in rialzo dello 0,66% a 8.212,77 punti, trainata dalle rassicurazioni della Federal Reserve, che ha promesso una politica monetaria accomodante ancora a lungo. Londra e' piatta con l'indice Ftse 100 in rialzo dello 0,02% a 6.544,94 punti, mentre cede lo 0,36% a 3.855,09 punti Parigi. A Milano l'indice Ftse Mib lascia sul terreno l'1,57% a 15.430,57 punti. Su Piazza Affari pesano l'instabilita' della maggioranza di governo e il declassamento di alcune partecipate statali effettuato ieri da Standard & Poor's come conseguenza del downgrade dell'Italia. A picco Madrid che perde il 2,32%, trainata al ribasso dalle ingenti vendite sui titoli del comparto energetico. Anche Lisbona arretra dell'1,09%.

Dopo una mattinata oscillante, la Borsa di Milano ha esteso le perdite nell'ultima fase di contrattazioni, di pari passo con la risalita dello spread Btp/Bund sui 300 punti.  Sul listino, scivolano le banche e alcuni titoli di peso come Enel (-4,71%) e Telecom (-4,73%); tra i pochi segni positivi, Stm (+2,86%), Fiat (+0,43%) ed Eni (+0,38%).

Nel comparto bancario, penalizzato dall'impennata dello spread, scendono le 'big' Intesa Sanpaolo (-2,25%) e Unicredit (-1,61%), ma anche Mps (-2,1%) e le popolari (Bpm -3,42% e Bper -3,01%). Giu' Enel (-4,71%), Terna (-2,25%) e Snam (-2,02%) dopo il taglio di rating incassato da Standard&Poor's, che ha declassato alcune delle partecipate statali. Scivolone per Telecom (-4,73%) dopo che l'Agcom ha annunciato il taglio dei prezzi per l'affitto della rete in rame. Ribassi anche nel comparto industriale, con Pirelli a -2,49% e Finmeccanica -2,45%. In rosso il lusso (Ferragamo -0,32%, Tod's -0,17%), Atlantia (-3,61%) e Autogrill (-2,78%). Sale, in controtendenza, Parmalat (+1,23%). Fuori dal Ftse Mib, Rcs cede il 3,07% e scende a 1,232 euro per azione (il prezzo di esercizio dei diritti relativi alla ricapitalizzazione e' fissato a 1,235 euro e chi ha acquistato ieri potra' sottoscrivere le azioni entro martedi' 16); in calo Prelios (-1,46%), che dovrebbe avviare l'aumento di capitale lunedi' 22 luglio.

Tags:
mercatiborsaspread

in evidenza
Belén paladina del sesso di qualità: "La prima volta? Non avevo nemmeno..."

Guarda gli scatti bollenti in moto

Belén paladina del sesso di qualità: "La prima volta? Non avevo nemmeno..."


motori
Renault, Nuovo Espace, sempre più abitabile, sempre più Suv

Renault, Nuovo Espace, sempre più abitabile, sempre più Suv

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.