A- A+
Economia

 

equitalia cartella

Pessime notizie per famiglie e imprese indebitate. Dal primo maggio il tasso degli interessi di mora applicato da Equitalia aumenterà del 15%: passerà dal 4,55% al 5,22%. Lo svelano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef. 

Le imprese italiane avevano incassato, negli ultimi due giorni altrettante buone notizie. Prima il via libera dell'Ue alla liquidazione dei debiti della PA. Poi l'arrivo di 1,2 miliardi di rimborsi Iva. Oggi però arriva un la mini-stangata. Equitalia, che fissa gli interessi di mora in base alla media dei tassi bancari attivi, ha fatto marcia indietro rispetto a ottobre, quando il tasso era stato abbassato dal 5,0243%  al 4,5504%. La correzione che entrerà in vigore nel giorno della festa dei lavoratori supera rivede la soglia attuale e supera la precedente. "E' un'assurdità", protestano le assocuiazioni dei consumatori. L'aumento di un balzello che si aggiunge al calo del potere d'acquisto e al previsto incremento delle tasse (421 euro in più nel 2013).

Le imprese sono in affanno. E trattengono il fiato in attesa della boccata d'ossigeno promessa da Bruxelles. L'Ue ha già allentato i vincoli di bilancio concedendo titoli speciali per rimborsare i crediti accumulati dalle imprese nei confronti dello Stato. Per dare il via libera serve però un provvedimento che il governo uscente non ha ancora varato. Monti prende tempo: per questa settimana il decreto salva-imprese non ci sarà.

Tags:
equitaliadebitiimprese

i più visti

casa, immobiliare
motori
Lancia firma il suo primo monopattino elettrico

Lancia firma il suo primo monopattino elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.