A- A+
Economia
Morto Angelo Rizzoli

L’ex produttore cinematografico Angelo Rizzoli è morto a Roma, al Policlinico dove era ricoverato. Figlio di Andrea Rizzoli, aveva 70 anni ed era stato coinvolto in numerose vicende giudiziarie

Angelo Rizzoli Jr. era nato a Como il 12 novembre 1943. Figlio dell'editore Andrea e nipote del produttore cinematografico Angelo Rizzoli, e' stato un protagonista dell'imprenditore e del mondo della produzionetelevisiva e cinematografica oltre che del glamour degli anni '70, fu editore del 'Corriere della Sera' e fu coinvolto nello scandalo P2. Subi' 6 processi in 26 anni per essere assolto con formula piena in tutti i procedimenti giudiziari. Celebre anche il suo matrimonio (con divorzio miliardario) con l'attrice Eleonora Giorgi.

A 18 anni 'Angelone', chiamato cosi' per la stazza e per distinguerlo dal celebre nonno scopre di essere malato di sclerosi multipla. Con l'aiuto dei medici riesce a evitare la disabilita' totale, rimarra' pero' claudicante alla gamba destra. A 23 anni si laurea in Scienze politiche all'Universita' di Pavia; ottiene la specializzazione in Media and communications alla Columbia University di New York. Nel 1970 muore il nonno Angelo senior e l'anno seguente entra nel consiglio di amministrazione dell'azienda di famiglia. Il 12 luglio 1974 il padre Andrea decide di rafforzare la casa editrice acquistando il primo quotidiano italiano, il 'Corriere della Sera'.

Nel 1978 subentra al padre ed eredita la presidenza del gruppo, oltre a molti miliardi di lire di debiti. Pressato dal sistema bancario in pochi anni di fatto cede al Banco Ambrosiano di Roberto Calvi il controllo del Gruppo Rizzoli-Corriere della Sera. Nel 1981 il 'Corriere' e' coinvolto nello scandalo della Loggia P2: tra gli iscritti ci sono 'Angelone' Rizzoli (tessera n.532) e il direttore generale del gruppo Bruno Tassan Din. Con la formalizzazione da parte del Tribunale di Milano (4 febbraio 1983), dell'amministrazione controllata per il 'Corriere della Sera', Angelo, il fratello Alberto e Bruno Tassan Din sono arrestati per bancarotta patrimoniale societaria in amministrazione controllata.

L'accusa e' di aver "occultato, dissipato o distratto" oltre 85 miliardi di lire. Iniziano da quel momento i problemi giudiziari per Rizzoli, che vanno avanti per 26 anni. Dal 1983 al 2009, infatti, 'Angelone' viene chiamato in giudizio sei volte dalla magistratura italiana, ma alla fine ottiene sei assoluzioni con formula piena. Unica condanna definitiva, in sede civile, e' per diffamazione nel 1984 nei confronti di Giovanni Bazoli, allora presidente del Nuovo Banco Ambrosiano.

Angelo Rizzoli Jr. e'' famoso anche per il suo matrimonio glamour del 1979 con l'attrice Eleonora Giorgi, conosciuta a una festa. I due si sposano, durante una convention Rizzoli a Venezia, nella cripta della Basilica di San Marco e il testimone di nozze e' Bruno Tassan Din. Dall'unione nascera' un figlio maschio a cui viene dato il nome di Andrea. Nel 1984 i due si separano: Eleonora Giorgi chiede la meta' del patrimonio del marito, valutabile in 400 miliardi di lire e, alla fine della causa ottiene 10 miliardi. Dopo un lungo periodo di silenzio, negli anni '90 Angelo Rizzoli riprende l'attivita' come produttore cinematografico e televisivo.

Tra le sue produzioni figurano 'Padre Pio' con Sergio Castellitto, 'Incompreso', 'Cuore', 'La guerra e' finita' e 'Le ali della liberta'' con Sabrina Ferilli. Oggi la sua societa' di produzione fattura oltre 50 milioni di euro all'anno. Angelo Rizzoli si era sposato in seconde nozze con Melania De Nichilo (conosciuta nel 1989), medico e parlamentare del Pdl, da cui ha avuto due figli: Arrigo e Alberto.

Nell'ultimo anno di vita tornano i problemi con la giustizia per Angelo Rizzoli. Il 14 febbraio 2013 viene arrestato con l'accusa di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale per un crac da 30 milioni di euro e per aver causato con dolo il fallimento di 4 delle societa' controllate dalla holding di cui e' amministratore unico, la 'Rizzoli Audiovisivi Srl'. In quell'occasione gli vengono sequestrati beni per 7 milioni di euro, compresi la residenza della famiglia ai Parioli, la tenuta 'Ca' de Dogi', alcuni terreni a Capalbio e alcune quote societarie. Viste le sue condizioni di salute precarie, a fine marzo il il gip del Tribunale di Roma gli concede gli arresti domiciliari.

Tags:
rizzoliangelo rizzolicorriere della sera

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes partnership con Phi Beach

Mercedes partnership con Phi Beach


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.