Per segnalazioni: corporate@affaritaliani.it
A- A+
Corporate - Il giornale delle imprese
Eni, completata l'installazione di ISWEC al largo di Pantelleria

Eni, installato il primo dispositivo ISWEC al largo delle coste di Pantelleria

Eni ha realizzato, in collaborazione con il Politecnico di Torino e Wave for Energy, il primo dispositivo ISWEC (Inertial Sea Wave Energy Converter) al mondo, che converte in elettricità l'energia proveniente dal moto ondoso. Installato a 800 metri dalla costa di Pantelleria, lo strumento si collega direttamente alla rete elettrica dell'isola ed è capace di raggiungere i 260kW di picco di produzione.

L'energia ricavabile dal moto delle onde del mare rappresenta una delle principali fonti di rinnovabili attualmente meno valorizzate. Essa è, però, più prevedibile, continua e di maggiore densità energetica rispetto a quella di sole e vento. La potenza sviluppabile dalle onde del mare corrisponde, infatti, a circa 2 terawatt a livello globale, ovvero 18 mila terawattora all’anno, pari a quasi la domanda annuale di elettricità del pianeta.

La tecnologia ISWEC rientra nel piano di decarbonizzazione di Eni, ed è stata citata dalla Commissione Europea nella sua strategia per le energie rinnovabili offshore come esempio chiave di convertitore di energia da onde. L’installazione di ISWEC a Pantelleria rappresenta il primo passo verso la decarbonizzazione dell’isola, in linea con l’agenda di transizione energetica.

Il design di ISWEC

ISWEC è costituito da uno scafo in acciaio di dimensioni 8x15 metri all'interno del quale si trova il sistema di conversione dell’energia, composto da due unità giroscopiche di più di 2 metri di diametro ciascuna. Ancorato grazie a un ormeggio autoallineante, formato da tre linee di ormeggio e uno swivel (giunto rotante), ISWEC resta in posizione nonostante le condizioni meteo-marine. Il fondale in cui l'apparecchio è situato ha profondità di 35 metri, e l'energia elettrica prodotta viene portata a terra mediante un cavo elettrico sottomarino.  

Il design si adatta alle condizioni tipiche rilevate nel sito di installazione, grazie all'utilizzo di un algoritmo genetico che sfrutta l'elevata potenza di calcolo disponibile presso l’Eni Green Data Center (GDC) di Ferrera Erbognone, rendendo la tecnologia estremamente innovativa di ISWEC in grado di fornire energia a infrastrutture offshore, isole minori off-grid e comunità costiere.

Un ulteriore vantaggio è rappresentato dalla notevole riduzione dell'impatto paesaggistico, in quanto il dispositivo emerge solamente per circa 1 metro sopra il livello dell’acqua. ISWEC si può integrare perfettamente con altre soluzioni di produzione di energia rinnovabile in ambito offshore, come ad esempio l’eolico, in termini sia di valorizzazione dei sistemi di connessione alla rete elettrica sia di integrazione all’interno di un’area di mare, massimizzando la conversione di energia disponibile.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
eni 2023eni dispositivo isweceni energia da moto ondosoeni pantelleriaeni rinnovabile




Gli Scatti d’Affari

Riso Gallo incontra le aziende aderenti al progetto ‘Il Riso che Sostiene’

Gli Scatti d’Affari

IEG: torna a Rimini la seconda edizione di 'KEY - The Energy Transition Expo'

Gli Scatti d’Affari

Just Eat: annunciati i nuovi Maestri del Gusto dei Just Eat Awards 2023

Gli Scatti d’Affari

Affaritaliani.it media partner della terza edizione di Slow Wine Fair

Gli Scatti d’Affari

Octopus Energy presenta ‘Power Pack’: l'iniziativa prevede ricariche gratuite

Gli Scatti d’Affari

Intesa Sanpaolo, Gallerie d’Italia: conclusa la mostra dedicata a Maria Callas

Gli Scatti d’Affari

OVS annuncia la partnership con Rai per la serie tv 'Mare Fuori'

Gli Scatti d’Affari

The Hospitality Experience: annunciata l’apertura del Borgo dei Conti Resort

Gli Scatti d’Affari

Milano, Salone del Mobile: presentata la 62ª edizione

Gli Scatti d’Affari

Milano, AI Festival: conclusa la prima edizione 'Exploring Generative AI'

Guarda gli altri Scatti

in evidenza
Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO

Vota il sondaggio di Affari

Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO


motori
Camille Cros nominata Direttrice della Comunicazione della Marca Renault

Camille Cros nominata Direttrice della Comunicazione della Marca Renault

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.