A- A+
Notizie dalle Aziende
RINA, trasportare l’idrogeno attraverso le reti gas già esistenti

Il trasporto dell’idrogeno reso possibile grazie all’utilizzo delle reti gas esistenti. Al via la certificazione della rete Snam

Uno dei principali temi sui quali la transizione energetica verte è quello della possibilità di trasportare i nuovi vettori energetici attraverso le reti di trasmissione del gas naturale. È il caso dell’idrogeno.

Le energie rinnovabili non sono programmabili, ragione per cui devono essere stoccate.  Questo può essere fatto tramite l’idrogeno che, però, non viene sempre prodotto dove c’è necessità di utilizzo, basti pensare alle zone ad alta capacità produttiva di energia rinnovabile che si trovano in aree remote. Da qui la necessità di trasporto che può essere assolta dall’infrastruttura esistente oggi utilizzata per il gas naturale. Esiste infatti uno standard internazionale riconosciuto (ASME B31.12) che definisce i criteri per la compatibilità di tubazioni in acciaio nuove ed esistenti per il trasporto di idrogeno.

In quest’ottica, è fondamentale analizzare la valutazione delle performance delle infrastrutture esistenti, così come la produzione di materiali e componenti adeguati per le nuove realizzazioni.  

RINA, società attiva con una vasta gamma di servizi nei settori Energia, Marine, Certificazione, Infrastrutture e Trasporti e Industry, si occupa di supportare le aziende impegnate nella transizione green nei settori della mobilità, dei trasporti, dello shipping e nell’industria hard to abate per proporre soluzioni per la decarbonizzazione delle filiere produttive. In particolare, grazie alle forti competenze nel settore dei materiali e del trasporto gas, la società è impegnata nella verifica della compatibilità delle linee gas esistenti per il trasporto dell’idrogeno, che può avvenire sia attraverso analisi e verifiche sulle classi dei materiali che compongono le reti, sia tramite prove specialistiche di laboratorio.

A oggi, RINA si è detta impegnata nella verifica della compatibilità della rete di Snam, estesa per oltre trentamila chilometri sul territorio, per il trasporto del vettore energetico:

I nuovi vettori di energia come l’idrogeno saranno fondamentali per la decarbonizzazione. Il trasporto di questi vettori sarà possibile, utilizzando le reti esistenti. Per l’Italia si tratta di una grande opportunità visto che possiede la più estesa infrastruttura gas d’Europa. Stiamo lavorando, infatti, con Snam per certificare la compatibilità della sua rete (oltre 33 mila km) al trasporto dell’idrogeno via tubo. Le attività congiunte includono anche prove in laboratorio, che hanno dato finora esito positivo, e si proseguirà con ulteriori test complessi a pressioni elevate”, ha dichiarato Ugo Salerno, CEO di RINA.

Commenti
    Tags:
    rina notiziesnamrina idrogenosnam idrogenoidrogenotrasporto idrogenodecarbonizzazionesnam notizie 2021
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    De Magistris:"Vaccinare tutti, anche i migranti. Altrimenti è discriminazione"

    Cronache

    De Magistris:"Vaccinare tutti, anche i migranti. Altrimenti è discriminazione"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Jeep® Wrangler 4xe plug-in hybrid,ordinabile in Italia

    Nuova Jeep® Wrangler 4xe plug-in hybrid,ordinabile in Italia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.