A- A+
Economia

Maxi stipendi per gli alti dirigenti della pubblica amministrazione italiana. Secondo un report dell'Ocse i dirigenti italiani della PA portano a casa una retribuzione di 632 mila dollari l'anno, quasi tre volte la media dei paesi Ocse che si ferma a 232 mila dollari. A debita distanza i dirigenti della Nuova Zelanda, al secondo posto tra i piu' pagati, con 400 mila dollari e poi quelli del Cile. Molto indietro francesi e tedeschi che si fermano a poco piu' di 250 mila dollari.

Perdono il primato invece i dirigenti italiani di secondo livello della pubblica amministrazione. Con 176 mila dollari l'anno si collocano comunque ben sopra la media Ocse di 126 mila ma sono superati nettamente dagli americani che portano a casa (dati 2011) circa 250 mila dollari l'anno, e livelli retributivi leggermente piu' alti degli italiani anche per i dirigenti di Olanda, Francia e Belgio.

Sottopagati invece i funzionari italiani della pubblica amministrazione con 69 mila dollari l'anno contro una media Ocse che sfiora i 90 mila dollari. Anche per questa fascia primato ai dirigenti degli Stati Uniti con 160 mila dollari l'anno, oltre 100 mila dollari anche per i funzionari pubblici di Belgio, Danimarca, Olanda e Spagna.

Sempre dal rapporto Ocse emerge che i dipendenti pubblici in Italia hanno una incidenza inferiore rispetto alla media Ocse. I dipendenti della PA in Italia infatti rappresentano il 13,7% del totale degli occupati contro il 15,5% della media dei paesi Ocse. Nei paesi scandinavi i dipendenti pubblici sono circa il 30% del totale degli occupati, in Francia superano il 20% e in Gran Bretagna sono il 18%. Anche gli Stati Uniti superano l'Italia: ogni 100 occupati 15 lavorano nella pubblica amministrazione.

Dai dati Occse emergono altri record negativi. L’Italia e’ in coda tra i Paesi avanzati per la fiducia dei cittadini nel governo, nei partiti e nelle banche. Anche verso la giustizia prevale la diffidenza e solo la polizia locale si salva dalla debacle. La Penisola si contraddistingue anche per i tempi biblici dei processi, le difficolta’ della giustizia civile, i "nodi" del sistema scolastico, la scarsa presenza femminile nelle posizioni di vertice .

FIDUCIA - In base ai dati dello studio, nel 2012 meno del 30% degli italiani aveva fiducia nel governo contro il 40% medio dell’area Ocse e su 34 paesi la Penisola non va oltre il 24esimo posto, dietro anche a Cile e Spagna (sondaggio Gallup). Senza sorpresa il Paese piu’ sfiduciato verso i propri governanti è la Grecia (12%), mentre al top c’e’ la Svizzera, dove il Governo si guadagna il plauso dell’80% dei cittadini. Anche banche e istituzioni finanziarie ispirano scarso affidamento, visto che solo due italiani su dieci si pronunciano a loro favore. La fiducia nei media a sua volta non brilla, fermandosi al 35% degli interpellati, mentre in Spagna supera il 50% e in Canada e Cile il 60%. Il sistema giudiziario, ritenuto affidabile da circa quattro italiani su dieci, resta sotto la media Ocse che è del 50%. La polizia locale invece brilla, raccogliendo la fiducia di oltre il 70% della popolazione. Un altro capitolo tormentato è quello della giustizia: i quasi 600 giorni che in media servono in Italia per arrivare a una sentenza di primo grado sono i piu’ lunghi di tutta l’area Ocse. Per la giustizia civile valutata sulla base di accessibilità, efficacia, imparzialità e competenza, l’Italia e’ al terzultimo posto tra i Paesi Ocse (precede solo Turchia e Messico) ed è quart’ultima per l’applicazione delle norme in generale.

ISTRUZIONE - Tasto dolente anche l’istruzione, dove la Penisola è penultima nella spesa rispetto al totale delle uscite statali (8,5%) e sono a fondo classifica il grado di soddisfazione verso le scuole (60% contro la media Ocse del 70% e percentuali attorno al 90% nei Paesi nordici), come pure i salari degli insegnanti. Lascia a desiderare secondo gli italiani pure la qualità del servizio sanitario (sestultima).

Tags:
ocsedirigenti pastipendi
i più visti
in evidenza
Ludovica Pagani incanta Cannes Forme mozzafiato e abito Missoni

Il suo look infiamma la Croisette: FOTO

Ludovica Pagani incanta Cannes
Forme mozzafiato e abito Missoni


casa, immobiliare
motori
Nuovo ŠKODA KAROQ: design più raffinato e miglior efficienza

Nuovo ŠKODA KAROQ: design più raffinato e miglior efficienza

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.