A- A+
Economia

Il Ministro del Petrolio e delle Risorse Naturali del Pakistan, Shahid Khaqqan Abbasi, e l'Amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, si sono incontrati a Karachi per fare il punto sulle attività e i progetti di Eni nel Paese.

Le parti si sono confrontate sulla necessità di incrementare la produzione domestica di gas attraverso la valorizzazione del grande potenziale presente nel Paese, in particolare tramite lo sfruttamento dello shale gas e l'esplorazione in acque ultra profonde, ambiti dove Eni può apportare il proprio know how e la propria esperienza. Il Ministro ha illustrato le misure adottate dal Governo per attrarre nel Paese investimenti volti a scoprire nuove risorse energetiche e ha confermato l'intenzione da parte del Governo di creare le opportune politiche laddove necessario.

Le parti hanno inoltre evidenziato l'importanza di ulteriori iniziative di cooperazione tra Eni e le compagnie energetiche nazionali pakistane. Eni è presente in Pakistan dal 2000 ed è il principale produttore di petrolio e gas tra le compagnie internazionali che operano nel paese. Nel 2012, la produzione equity di idrocarburi della società è stata di circa 57.000 barili di olio equivalente al giorno.

eni pakistan
 
Iscriviti alla newsletter
Tags:
pakistaneni
i più visti
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.