A- A+
Economia
Pensioni, Quota 100 archiviato con l'Ape Sociale allargato. Quota 41 ko
Pasquale Tridico (Lapresse)

Pensioni, Inps benedice Ape allargato. Quota 41 ko nel post quota 100

Un Ape sociale più 'forte' nella riforma pensioni che svolterà dopo il 31 dicembre 2021 quando scadrà Quota 100 (ossia la misura di pensionamento anticipato che permette di uscire dal lavoro con 62 anni di età e 38 di contributi). Quota 41? Piace ai sindacati, ma "costerebbe dai 4,3 ai 9 miliardi euro/anno". Mentre il riscatto gratuito della laurea... Il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico ha le idee chiare, vediamo cos'ha detto.

Pensioni Ape Sociale allargato, Tridico (Inps): "Ritiro anticipato 63-64 anni pienamente sostenibile"

"Per il dopo quota 100 si potrebbe ipotizzare un sistema misto con la possibilità di accedere a una prestazione di importo pari alla quota contributiva maturata alla data della richiesta, anticipando dunque solo la contributiva per chi ha compiuto 63-64 anni di età, da adeguare alla speranza di vita, avere almeno 30 anni di contributi e aver maturato una quota contributiva di pensione di importo pari o superiore a 1,2 volte l'assegno sociale. La prestazione spetta fino al raggiungimento del diritto per la pensione di vecchiaia quando scatta la parte retributiva. Questa ipotesi sarebbe sostenibile dal punto di vista finanziario". Lo ha detto il presidente Inps Pasquale Tridico in audizione alla Camera.
 

Pensioni Quota 41, Tridico (Inps): "Proposta sindacati costerebbe dai 4,3 ai 9 miliardi euro/anno"

"La proposta che prevede la pensione anticipata con 41 anni di contributi, indipendentemente dall'età, costerebbe 4,33 miliardi nel 2022, per arrivare a 9,3 miliardi nel 2030. La proposta che prevede, per i lavoratori che hanno un sistema misto, la possibilità di accedere a una prestazione di importo pari alla quota contributiva maturata alla data della richiesta, cioè di anticipare solo la quota contributiva e lasciare la parte retributiva a 67 anni, è la più sostenibile dal punto di vista finanziario e consente di avere il maggior numero di persone che accedono alla pensione stessa". Lo ha detto Pasquale Tridico, presidente dell'Inps, nel corso dell'audizione in commissione Lavoro della Camera, nell'ambito dell'esame delle proposte di legge in materia di requisiti per l'accesso al trattamento pensionistico.
 

Tridico (Inps): "Riscatto gratuito laurea positivo, ma costa 4-5 miliardi l'anno"

"Il riscatto della laurea incentiva gli studenti ad accumulare capitale umano, sarebbe giusto prevedere incentivi di questo tipo. C'è pero un costo molto importante, non inferiore a 4-5 miliardi di euro per ogni anno di coorte dei laureati". Lo ha detto Pasquale Tridico, presidente dell'Inps, nel corso dell'audizione in commissione Lavoro della Camera, nell'ambito dell'esame delle proposte di legge in materia di requisiti per l'accesso al trattamento pensionistico.

 

Pensioni, Tridico (Inps): "Con modifica Ape sociale costi fino a 805 mln nel 2026"

"La modifica dell'Ape sociale, con la proroga al 2026, l'integrazione di alcuni codici di professioni, l'eliminazione per i disoccupati della condizione di conclusione della prestazione di disoccupazione da almeno 3 mesi e la riduzione del requisito di anzianità contributiva per i gravosi appartenenti al settore edile da 36 anni a 30 anni, costerebbe 126,7 milioni nel 2022 che salirebbero fino a 805,3 milioni nel 2026". Così il presidente Inps Pasquale Tridico in audizione alla Camera.

Pensioni: fuori dal lavoro a 62 anni senza quota 100 con quota 98

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    ape sociale pensionipensionipensioni anticipatepensioni ape socialepensioni inpspensioni quota 100pensioni tridico
    i più visti

    casa, immobiliare
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.