A- A+
Economia

 

Euro

twitter@andreadeugeni

A guardare i dati che l'Istat ha comunicato oggi sembra un bollettino di guerra. Numeri che dipingono il quadro di un Paese che si sta avvitando su se stesso e sta perdendo forza propulsiva. E dire che gli italiani una volta erano considerati, per la loro propensione al risparmio, i cinesi del mondo.

Il primo dato è quello su reddito disponibile che risente direttamente del livello della tassazione. I guadagni degli italiani, già messi a dura prova dalla crisi (precariato, cassa integrazione, mancato rinnovo del contratto e licenziamento e meno commesse per le partite Iva), hanno subito un’aggressione anche sul fronte tributi. Se negli ultimi tre mesi del 2012, fra austerità e Imu, più di metà della ricchezza prodotta se n'è andata nelle casse del fisco (pressione fiscale al record assoluto del 52%), va da sè che la ricchezza a disposizione delle famiglie italiane in valori correnti da destinare a consumi e risparmio è diminuita, sempre nell'ultimo trimestre, dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti e del 3,2% sul quarto trimestre del 2011. Un bilancio negativo che è del 2,1% nell'intero 2012.

donna che fa la spesa

Oltre alla tanto vituperata Imu che, per salvare l'Italia dal caro-spread, ha abbattuto il monte reddito, ci si è messa anche l'inflazione che, nonostante la crescita dei prezzi sia stata contenuta, in tutto l'anno si è mangiata dall'altra parte il 4,8% del potere di acquisto delle famiglie. Nel solo quarto trimestre, si è ridotto dello 0,9% rispetto al trimestre precedente e del 5,4% nei confronti dello stesso periodo del 2011.

Se sei meno ricco perché devi pagare più tasse sborsare al cassiere del supermercato più soldi per fare la spesa (e non perché spendi più soldi perché consumi di più), va da sè che puoi risparmiare di meno. E così l'Istat ha anche certificato che, sempre nel 2012, la propensione al risparmio delle famiglie italiane è risultata pari all'8,2% del reddito disponibile nel 2012, con una diminuzione di 0,5 punti percentuali rispetto all'anno precedente. Un calo che, nel solo quarto trimestre, è stato di 0,2 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 0,9 punti rispetto al corrispondente trimestre del 2011.  

Tags:
redditoinflazionerisparmioprestiti
i più visti
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.