A- A+
Economia
Salario minimo, prestare poca fede a quelli che parlano molto
Protesta salario minimo

Salario minimo, 4,6 milioni di persone sotto lo soglia dei nove euro

Quando ci sono delle proposte abbastanza nuove mi piace analizzarle per capire se sono realizzabili e fattibili. Da un po' di tempo sentiamo un ritornello: “Proponiamo il salario minimo a 9 euro l'ora”. Che i soldi per arrivare a fine mese non bastino mai è risaputo, oggi ancor di più se teniamo conto che il 9,8% delle famiglie in Italia, corrispondente a 5,7 milioni di persone, sono sulla soglia della povertà (1 persona € 650 al mese, 2 persone € 1.150 al mese, 1 famiglia di 4 persone € 1.874 al mese).

Da una generica ricerca ho constatato che attualmente il salario minimo si aggira fra i circa 6,80 ed i 7,5 euro l'ora. Ebbene, per fare una ipotesi ho preso i 7,5 euro l'ora come base per raggiungere i 9 euro. Ed ora partono le domanda: quanti sono i dipendenti sotto la soglia dei 9 euro? Risposta: circa 4,6 milioni. Domanda: quante ore lavora un dipendente in un anno? Circa 1.400 ore.

LEGGI ANCHE: Schlein insiste sul salario minimo: "Sotto i 9 euro è sfruttamento"

Ecco il calcolo € 1,5 x 1.400 ore x 4.600.000 dipendenti = € 9.660.000.000 Ora, se si vuole essere concreti, bisogna tenere conto di 2 fattori:

1. la cifra di cui sopra è distorta perché non tiene in considerazione la tassazione ed i contributi, ai quali vanno aggiunti anche gli oneri di spettanza aziendale;

2. il solo aumento, ammesso sia possibile calcolarlo al netto, vede un incremento pari al 20% (7,5x20%=9). Se dovessimo conteggiare imposte e oneri saremo ben oltre il 30%.

LEGGI ANCHE: Salario minimo, Fipe: "Chi non può pagare chef e camerieri può chiudere"

Domanda quante strade abbiamo per realizzare questa ipotetica richiesta?

1. Si potrebbero diminuire direttamente le imposte e gli oneri, ma la copertura dove la troviamo?

2. Supponiamo di imporre alle aziende l'incremento richiesto, domanda: questo aumento quanto inciderebbe sui prodotti e sui servizi in termini di inflazione? Detto ciò, siamo consci che questi “oneri” ricadranno sul consumo e sui consumatori?

Personalmente un calcolo l'ho elaborato, ma mi aspetterei una risposta esaustiva da chi questa proposta dei 9 euro l'ha fatta. Comunque se si vuole veramente aiutare le famiglie ho già scritto con quali modalità, senza gravare sul bilancio dello Stato e quindi sul debito pubblico,  purtroppo non ho ancora ricevuto risposta.

Chiudo con una citazione di Catone: Exigua his tribuenda fides qui multa loquuntur – Bisogna prestare poca fede a quelli che parlano molto.






in evidenza
Affari in Rete

Politica

Affari in Rete


motori
Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.