A- A+
Economia

L'Italia non sforera' il tetto del 3% nel rapporto deficit/pil, anzi ha "un margine sufficientemente ampio". A dirlo il sottosegretario all'economia, Pierpaolo Baretta. "Abbiamo fatto un paio di settimane fa una manovra per 1,6 miliardi per rientrare dentro il 3% e puntiamo a un rapporto del 2,5% per il 2014, con margine sufficientemente ampio rispetto al limite del 3%". Questi due dati, ha aggiunto Baretta, "ci tranquillizzano".

 

Riduzione delle tasse di un decimo di punto percentuale, un miliardo di euro per "ridurre l'impatto delle imposte sugli immobili" e circa un miliardo per le famiglie. E' quanto sostiene il ministero dell'Economia riferendosi alla legge di Stabilita'. "In merito alle valutazioni espresse da osservatori e commentatori sull'impatto fiscale della Legge di Stabilita' 2014 - si legge in una nota del Mef - il ministero dell'Economia e delle Finanze ritiene opportuno ribadire alcuni dati oggettivi, gia' illustrati dal ministro Saccomanni in occasione dell'audizione alle Commissioni riunite 5a del Senato e V della Camera". L'incremento di gettito fiscale prodotto dalla legge di Stabilita' e' determinato "prevalentemente da misure che riguardano gli intermediari finanziari (2,6 miliardi) e altre misure di carattere volontario come la rivalutazione delle partecipazioni e dei beni delle imprese". E' quanto si legge in una nota del ministero dell'Economia.

"L'incremento del gettito fiscale prodotto dalla manovra finanziaria - si legge nella nota - (che, ricordiamo, interviene sul quadro definito dalla legislazione vigente, quindi modifica entrate e spese gia' precedentemente determinate, entro gli spazi consentiti da un quadro caratterizzato da un elevato debito pubblico) nel 2014 e' pari a 973 milioni. A questo incremento di gettito contribuiscono prevalentemente misure che riguardano gli intermediari finanziari (2,6 miliardi) e altre misure di carattere volontario come la rivalutazione delle partecipazioni e dei beni delle imprese".

 

"Bisogna rivedere la legge di stabilita', ad esempio i contenuti sulla casa. Su questo rischia il governo. Letta si e' montato la testa dopo il 2 ottobre con una fiducia presa per i capelli. Ma ha sbagliato i suoi conti". Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo Pdl alla Camera, a 'L'intervista' su Sky.

Tags:
tassemeffamiglie
i più visti
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi


casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.