A- A+
Economia
Tim, Labriola sotto pressione, ma assist dall'Ue: la netco vale un mld in più
Pietro Labriola, Arnaud De Puyafontaine, Stefano Donnarumma

Il governo guarda con favore a Donnarumma

Se però la situazione dovesse precipitare, chi potrebbe essere indicato come nuovo amministratore delegato? Quello che può riferire Affaritaliani.it è che ci sarebbe una suggestione clamorosa: puntare su Stefano Donnarumma. Il quale, uscito con le ossa rotte dalla partita delle nomine, è alla ricerca di un altro incarico di prestigio.

Se, dunque, si dovesse trovare una quadra – al momento ancora piuttosto lontana – tra i francesi di Vivendi e il governo per la realizzazione della rete unica, ecco che Giorgia Meloni, di concerto con il fido Giovanbattista Fazzolari, Alessio Butti e Adolfo Urso potrebbe bussare alla porta di Donnarumma. Il quale verrebbe accolto con tutti i peana del caso. Anche perché la polemica intorno alla liquidazione del manager non accenna a placarsi.

Ribadiamo, si tratta solo di una suggestione che potrebbe anche non concretizzarsi visto che al momento tra il nodo Antitrust, la valutazione di Open Fiber, la richiesta dei francesi di Vivendi e le altre partite ancora aperte regna sovrana una certa confusione. Ma diciamo che il nome di Donnarumma ha iniziato a girare. Lo stipendio percepito da Pietro Labriola nel 2022, circa 3,6 milioni, rappresenta un incentivo notevole per accettare una sfida così complessa e una sorta di "risarcimento" per il manager che ha perso al tempo stesso la possibilità di diventare ad di Enel e di rimanere al timone di Terna. Anche perché le altre partite che lo vedrebbero candidato – da Ferrovie a Cassa Depositi e Prestiti – si apriranno tra quasi 12 mesi. E in un anno, di cose, ne possono succedere tantissime
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
donnarummalabriolatimvivendi





in evidenza
Roma, ecco dove vive Nunzia De Girolamo. L'appartamento a Prati è strepitoso

Il nido d'amore con Boccia (Capogruppo Pd al Senato)

Roma, ecco dove vive Nunzia De Girolamo. L'appartamento a Prati è strepitoso


motori
EICMA celebra 110 anni: pronta l'edizione 2024

EICMA celebra 110 anni: pronta l'edizione 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.