A- A+
Economia
Finmeccanica, il testamento di Pansa è rosso: trimestre in calo

Il nuovo amministratore delegato di Finmeccanica, Mauro Moretti, dovrà partire da conti in rosso. Il gruppo ha chiuso il primo trimestre dell'anno con una perdita di 12 milioni di euro rispetto ai 6 milioni di utile del primo trimestre 2013. I ricavi si attestano 2,946 miliardi di euro rispetto ai 3,099 miliardi del primo trimestre 2013, con una flessione del 4,9%.

L'Ebita, positivo per 153 milioni di euro, ha registrato una lieve flessione rispetto ai 161 milioni del primo trimestre del 2013, attribuibile alla riduzione dei volumi e al peggior risultato delle Joint Venture. La perdita registrata, e' dovuta oltre che dal calo dell'Ebita, anche da una maggiore incidenza degli oneri di ristrutturazione (12 milioni di euro), riferibili principalmente all'Elettronica per la Difesa e Sicurezza. Il Free Operating Cash Flow e' negativo per 1,185 miliardi di euro, in miglioramento di 117 milioni rispetto agli 1,302 miliardi negativi del primo trimestre del 2013. L'indebitamento finanziario netto e' pari a 5,061 miliardi di euro, in miglioramento di 196 milioni di euro rispetto ai 5,257 miliardi al 31 marzo 2013. L'aumento rispetto ai 3,902 miliardi registrati al 31 dicembre 2013 e' essenzialmente dovuto all'effetto negativo del flusso di cassa di periodo, andamento peraltro tipico nelle dinamiche del Gruppo. Gli investimenti in Ricerca & Sviluppo sono pari a 317 milioni di euro, oltre il 10,7% dei ricavi.

I risultati, afferma una nota di Finmeccanica, "confermano un andamento economico e finanziario soddisfacente ed in linea con le previsioni elaborate per l'anno in corso. Il positivo andamento commerciale unitamente alla consistenza del portafoglio ordini assicurano una adeguata visibilita' e supportano l'evoluzione dei risultati in linea con gli obiettivi prefissati".

Un segnale positivo arriva dagli ordini, in crescita del 10,8% a 2,896 miliardi di euro rispetto ai 2,613 miliardi dello stesso periodo del 2013. Un incremento, spiega il gruppo in una nota, "da attribuirsi principalmente alle acquisizioni nel settore Elicotteri c he hanno determinato un dato complessivo per l'Aerospazio e la Difesa superiore al 2013, nonostante il previsto calo dell'Aeroautica. Di rilievo anche il miglior risultato dei Trasporti". Il portafoglio ordini si attesta a 36,732 miliardi, rispetto ai 36,255 miliardi del primo trimestre 2013.

Gli ordini acquisiti sono risultati superiori, rispetto al corrispondente periodo del 2013, grazie principalmente alle acquisizioni nel settore Elicotteri (+ 67% per totali 608 milioni di euro), riferibili principalmente ai contratti per l'upgrading della flotta di 25 elicotteri AW101 Merlin nell'ambito del programma Merlin Life Sustainment e per attivita' di manutenzione e supporto per cinque anni sulla flotta di elicotteri Apache AH Mk1, entrambi per il Ministero della Difesa britannico. Tali acquisizioni hanno determinato un dato complessivo per l'Aerospazio e Difesa superiore al 2013 (+ 8% per complessivi 197 milioni di euro), nonostante il previsto calo dell'Aeronautica (- 44% per 336 milioni di euro), che nel primo trimestre 2013 aveva beneficiato, nel segmento civile, di un ordine per 50 serie sul programma B787 mentre nel segmento militare i maggiori ordini per i velivoli addestratori compensano, nel periodo, la flessione dei velivoli da difesa e trasporto. Di rilievo anche il miglior risultato dei Trasporti (+ 58% per complessivi 84 milioni di euro). Risultano essere in crescita, rispetto al primo trimestre del 2013, sia gli ordini di AnsaldoBreda, per cui si segnala l'esercizio da parte di una societa' del gruppo Ferrovie Nord Milano dell'opzione per ulteriori treni per servizio regionale e l'ordine per la fornitura di equipaggiamenti destinati ai tram Sirio in Cina, sia gli ordini di Ansaldo Sts. Il portafoglio ordini e' sostanzialmente in linea con il valore al 31 dicembre 2013, con un "book-to-bill" (rapporto ordini/ricavi) prossimo a uno (0,98)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
triemstrifinmeccanicabilancio
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.