A- A+
Economia
La crisi ucraina fa bene all'Italia. Boom di capitali dagli Usa

di Andrea Deugeni
twitter
@andreadeugeni

"Le tensioni fra Kiev e Mosca hanno rafforzato in parte il flusso di rientro dei capitali dai Paesi emergenti come la Russia verso quelli periferici, fra cui l'Italia". Lo spiega ad Affaritaliani.it Mario Spreafico, responsabile Investimenti di Schroders Wealth Management, intervistato sulle conseguenze della crisi fra la Russia e l'Ucraina sui mercati finanziari. "Ora il nostro Paese è la vera opportunità dell'Eurozona", ha aggiunto Spreafico, area gettonata "dagli stessi italiani che hanno ritrovato fiducia negli asset nazionali e dagli americani"

L'esplodere delle tensioni fra Ucraina e Russia e la minaccia di sanzioni dell'Occidente nei confronti di Mosca può aver accelerato quel flusso di rientro dei capitali dai mercati emergenti verso i Paesi Ue periferici fra cui l'Italia che è già in atto da qualche mese?
"In parte sì, c'è un rafforzamento di questa dinamica che era già in essere da parecchi mesi. E' stato un colpo di coda. Dall'altro lato, dal punto di vista dei mercati, la situazione ucraina è abbastanza inifluente. A parte il primo impatto di lunedì in cui la borsa russa è crollata, gli investitori ragionano sul fatto che non è interesse di nessuno creare un'escalation del conflitto in quell'area".

mario spreafico 500
 

Lo spread e il rendimento dei Btp continuano a scendere...
"Le aspettative sull'Italia sono molto elevate. Fino a due anni fa ci volevano far credere che era l'Italia il problema dell'Eurozona, il veicolo che avrebbe potuto nell'ottica della speculazione far saltare l'euro. Ora gli investitori si son resi conto del contrario".

E cioè?
"Che è l'Italia la vera opportunità dell'Eurozona. Il nostro Paese deve recuperare uno sconto impressionante rispetto agli altri mercati. Abbiamo dei rendimenti bassissimi, rendimenti che gli altri partner europei come Francia e Germania avevano già due anni fa. Da Problema siamo diventati un'opportunità".

Che prima era eccessivamente esasperata...
"Esatto. Ci hanno fatto credere che il problema Italia era il problema dell'Eurozona, mentre la crisi non è partita da noi. E' chiaro che il nostro Paese era l'anello più facile da colpire per la speculazione a causa dei deboli fondamentali che conosciamo tutti: elevato debito pubblico, ecc... Era il veicolo per colpire l'Eurozona. Quando ci si è resi conto che, al contrario, era un falso problema, adesso l'Italia è diventata un'oppportunità".

Qual è la nazionalità dei capitali che stanno tornando ad investire nei nostri confini?
"Innanzitutto tutti quegli italiani che vengono meno a quella logica che tutto ciò che sia fuori dal Paese sia meglio. Hanno ritrovato fiducia negli asset italiani e fanno rientrare i capitali. Poi ci sono gli investitori americani. Basta vedere le ultime comunicazioni di borsa con gli acquisti dei fondi Blackrock e Blackstone a Piazza Affari".

Tags:
ucrainarussiaitalia

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes partnership con Phi Beach

Mercedes partnership con Phi Beach


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.