A- A+
Spettacoli
Crozza canta... l'inno di Mameli in Fratelli di Crozza: "Furbetti d'Italia"

Crozza rivisita l'inno di Mameli in Fratelli di Crozza: "Furbetti d'Italia"


Maurizio Crozza a cantato, rivisitandolo, l'inno di Mameli, trasformandolo in 'Furbetti d'Italia' nella seconda puntata di "FRatelli di Crozza" in onda sul Nove. Il riferimento è sulla polemica legata ai 'furbetti del cartellino'. "Sta diventando un po' l'inno di questo Paese", ha dichiarato il comico. "D'altra parte il testo di Mameli è di 170 anni fa… è giusto aggiornarlo".


Crozza/Marchionne


Durante Fratelli di Crozza il comico ha commentato lo spostamento della produzione in Polonia e parlato dei nuovi progetti: “Sa cosa si metteranno a fare i coreani della Hyundai quando sveleremo questa belva? Ravioli al vapore.”


Crozza è Michele Emiliano: "Voglio bene a Lotti, ma più a Renzi"
 


Crozza/Napalm51

Tags:
crozzafurbetti d'italiafratelli di crozza

in evidenza
Fondo Venture Capital, un boost per le start-up italiane all'estero

Simest

Fondo Venture Capital, un boost per le start-up italiane all'estero


in vetrina
WWF, al via “Urban Nature” per incentivare il verde in città

WWF, al via “Urban Nature” per incentivare il verde in città


motori
Dacia Jogger risponde alle esigenze delle famiglie e alla voglia di libertà

Dacia Jogger risponde alle esigenze delle famiglie e alla voglia di libertà

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.