A- A+
Spettacoli
Mostri del Circeo, il film considerato troppo cruento. Sarà vietato ai minori

Mostri del Circeo, il film considerato troppo cruento. Vietato ai minori

"La scuola cattolica", il film in uscita al cinema che ripercorre il massacro del Circeo, sarà vietato ai minori di anni 18. Lo ha deciso la commissione giudicante sul tema. Il racconto si riferisce ad un vero fatto di cronaca, accaduto nel mese di settembre del 1975, quando i «mostri» Gianni Guido, Angelo Izzo e Andrea Ghira - si legge sul Corriere della Sera - attirarono in una villa del Circeo, due ragazze, Rosaria e Donatella e le torturarono fino a provocare la morte di Rosaria. «Credevo che il Medioevo fosse terminato da un pezzo ma evidentemente non è così. Resto convinto che una ragazza o un ragazzo di oggi siano perfettamente capaci di distinguere il bene dal male senza bisogno di qualcuno che gli nasconda la verità con la scusa di volerli proteggere".

Va dritto al punto Edoardo Albinati, autore del romanzo, premio Strega 2016, da cui è tratto il film. "È un colpo durissimo, non solo economico — spiega il produttore Roberto Sessa al Corriere — . Un colpo alla credibilità di questo paese, la motivazione ci lascia basiti, entra nel merito della narrazione, peraltro capita male".La Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche del ministero della cultura parla di «sostanziale equiparazione della vittima e del carnefice». In particolare, si legge, «i protagonisti della vicenda pur partendo da situazioni sociali diverse, finiscono per apparire tutti incapaci di comprendere la situazione in cui si trovano coinvolti".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
film la scuola cattolica vietato ai minorifilm massacro circeola scuola cattolica filmmassacro circeomostri circeomostri circeo filmmostri circeo film scamarcio





in evidenza
Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

La coppia più famosa del giornalismo

Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce


in vetrina
Testamento, Raffaella Carrà senza figli: ecco a chi va la ricca eredità

Testamento, Raffaella Carrà senza figli: ecco a chi va la ricca eredità


motori
Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.