A- A+
Spettacoli
"Vita ce n'è", nuovo album di Ramazzotti. "Mamma? Era sarta. Io suo fattorino"

"Mia madre faceva la sarta a Cinecittà ed io ero il suo fattorino. Consegnavo a domicilio i vestiti cuciti da lei, me ne andavo in giro per il quartiere col pacco si carta sul braccio. Cinecittà era un quartiere artistico, abitavamo a 700 metri dal muro degli studi. In fondo alla strada c’era un prato abbandonato che io e mio padre occupammo nel ’77, raccogliendo le firme: è diventato un parco pubblico. Quel muro confina con la mia scuola, lo scavalcavamo per andare a vedere il cinema, oppure erano loro che venivano da noi nella via dove giocavamo per proporci di fare i figuranti". Lo dice in un'intervista a Repubblica Eros Ramazzotti in occasione della presentazione al Castello Sforzesco di Milano del nuovo album "Vita ce n’è", lp che uscirà domani in 100 Paesi.

Commenti
    Tags:
    ramazzotti eroslp vita ce n'è
    in evidenza
    "Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

    Affari al Festival dell'Economia

    "Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

    i più visti
    in vetrina
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


    casa, immobiliare
    motori
    Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

    Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.