A- A+
Esteri
A fuoco uno scuolabus: morti 12 bambini. La tragedia

 A fuoco uno scuolabus: morti 12 bambini. La tragedia in Sud Africa 

Dodici bambini sono rimasti uccisi in Sudafrica quando un minibus che li stava portando a scuola vicino a Johannesburg si è ribaltato e ha preso fuoco dopo essere stato colpito da un altro veicolo. Lo rivela l'Agi che spiega che anche l'autista del minibus è rimasto ucciso e altri sette bambini sono stati trasportati d'urgenza in ospedale, secondo quanto riferito dai funzionari della provincia di Gauteng di Johannesburg. 

Le immagini televisive hanno mostrato che il minibus è stato distrutto dalle fiamme nell'incidente del primo mattino a Merafong, a più di 70 chilometri a ovest della città. Pagine di libri scolastici carbonizzate erano sparse sull'asfalto, mentre la polizia esaminava la scena. "Un minibus privato per il trasporto di studenti è stato coinvolto in un tragico incidente nell'area di Kokosi-Wedela a Merafong, causando la morte di 12 studenti e del loro autista", ha dichiarato il governo del Gauteng in un comunicato.

LEGGI ANCHE: Urne aperte in Sudafrica: Anc potrebbe perdere la maggioranza

Il governo del Gauteng non è stato in grado di fornire immediatamente l’età dei bambini, ma ha detto che la maggior parte di essi proveniva da una scuola elementare, dove gli studenti hanno normalmente un’età compresa tra i sei e i 13 anni. "Sono bruciati e irriconoscibili. Quando questo accadrà, la scientifica dovrà fare la sua parte in termini di identificazione", ha detto il portavoce del dipartimento di polizia stradale del Gauteng, Sello Maremane.

La polizia sta indagando sull'accaduto, ma sembra che il minibus sia stato colpito da dietro da un piccolo pick-up, facendolo ribaltare e prendere fuoco. Anche l'autista del pick-up è stato ricoverato in ospedale. Nel tardo pomeriggio, la maggior parte dei bambini ricoverati è stata dimessa. "Sono profondamente rattristato da questo tragico evento", ha dichiarato il ministro dell'Istruzione del Gauteng, Matome Chiloane.

Il Sudafrica ha una delle reti stradali più sviluppate del continente, ma anche uno dei peggiori record di sicurezza stradale, in parte a causa della guida spericolata e dei veicoli non idonei. "Ho sempre detto ai genitori di controllare le condizioni dei veicoli su cui mettiamo i nostri figli", ha detto Chiloane sulla scena dell'incidente. Molti genitori sudafricani devono affidarsi a minibus privati per portare i figli a scuola.

"Questa tragedia, che purtroppo non è la prima di questo tipo che ci capita, ci impone di esercitare il nostro obbligo di proteggere i nostri figli con la massima attenzione", ha dichiarato il Presidente Cyril Ramaphosa, porgendo le sue condoglianze. Nel peggiore incidente stradale avvenuto quest'anno in Sudafrica, a marzo 45 persone che si stavano recando a un evento religioso sono rimaste uccise quando il loro autobus è precipitato da un ponte in un burrone nel nord del Paese. L'autobus stava viaggiando dal vicino Botswana verso Moria, dove negli ultimi anni un pellegrinaggio e una funzione pasquale hanno attirato più di un milione di fedeli. 






in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti

Aeroporto Berlusconi, il web si scatena. Ecco i meme e le reazioni più divertenti


motori
MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.