A- A+
Esteri
Abdallah II di Giordania, il ritratto del re che batterà l'Isis

di Antonella Colonna Vilasi

Negli ultimi giorni re Abdallah II di Giordania si è fatto fotografare in uniforme da battaglia, dismettendo la tunica ed il copricapo da re. Le forze armate giordane hanno annunciato in queste ultime ore l'operazione "Martire Muadh", dal nome del pilota giordano arso vivo dai jihadisti, perché, dicono, i terroristi dell'Isis "pagheranno per ogni capello di Muadh". Infatti messaggi di morte sono incisi sulle bombe che i jet giordani stanno lanciando in questi giorni nella loro contro-offensiva contro l'Isis, mentre i vertici militari prospettano anche un eventuale intervento di terra. Come suo padre Hussein, Abdallah II ha frequentato l'Accademia militare britannica, ed è il comandante supremo delle forze armate giordane. Grazie anche ai vecchi rapporti di cooperazione militare con la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, le forze armate giordane sono considerate tra le più efficienti del Medio Oriente.
 

Erede del Profeta Maometto, ed esponente della dinastia haschemita, sua madre, Antoinette Avril Gardiner, era figlia di un ufficiale inglese di origine ebraica. Suo padre Husayn discendeva da Al Husayn ibn-Ali (“Sceriffo della Mecca”), che appoggiò la Rivolta Araba durante la Prima Guerra Mondiale, a sua volta fomentata dal governo inglese, tramite l'intermediazione della nota spia-viaggiatore Lawrence d’Arabia. Suo padre Hussein fu vittima di molti attentati. Emblematico è l'episodio dell'uccisione di suo nonno, re Abdallah di Giordania, a Gerusalemme, il 20 luglio 1951: suo padre, il giovanissimo Hussein, avverte un dolore fortissimo al petto perchè un proiettile destinato anche a lui viene fermato da una enorme e spessa medaglia che lui stesso indossava. Ha studiato presso la famosa St. Edmund’s School, in Gran Bretagna, e poi negli Stati Uniti, presso la Deerfield Academy, per poi approdare all’Accademia Militare Britannica nel 1980 ed arruolarsi nell’esercito di Sua Maestà come pilota. Negli ultimi giorni di vita il padre Husayn lo preferisce al fratello Hasan (successore previamente designato), ed il 7 febbraio 1999 diventa il nuovo re della dinastia hascemita.

Tags:
giordaniaabdallah iiisisoffensivsasoldato
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.