A- A+
Esteri
Russia/ Arrestato l'ex vice premier Kokh

L'ex vice primo ministro russo Alfred Kokh è stato arrestato all'estero su mandato internazionale, dopo essere stato inserito nella lista dei ricercati dell'Interpol per un caso di contrabbando di dipinti. Lo riporta Interfax, citando una fonte informata dei fatti. Kokh è incriminato in base all'articolo 1 par. 226 del codice penale russo ("Contrabbando di beni culturali").
Nel 2014 in Russia contro Alfred Koch era stata aperta un'indagine in base all'articolo "Contrabbando di beni culturali". Un'eventuale condanna prevede da tre a sette anni e una multa fino a 1 milione di dollari.
L'uomo d'affari era accusato di cercare illegalmente di portare in Germania una tela dell'artista sovietico Isaak Brodsky. Il suo avvocato ha spiegato che si trattava di un dipinto falso, firmato sotto il nome di Brodsky. Secondo lui, Kokh non era a conoscenza fosse prezioso, soprattutto per i beni culturali della Russia, ha riferito RIA Novosti.

Tags:
russiamosca
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.