A- A+
Esteri
Attentato Istanbul, venti giorni fa l'allarme dei servizi turchi

L'intelligence turca aveva inviato alle autorità una lettera in cui affermava che l'aeroporto di Istanbul poteva essere colpito da un grosso attentato dell'Isis circa 20 giorni fa. Lo ha rivelato una nota giornalista, Hande Firat, capo della redazione di Ankara di Dogan Tv, dopo che martedì sera una triplice attentato kamikaze ha ucciso 42 persone nell'aeroporto della città sul Bosforo.

"Le divisioni d'intelligence hanno mandato una lettera ai vertici dello Stato e a tutte le sue istituzioni a inizio giugno, circa 20 giorni fa, su Istanbul" ha detto Firat a Dogan Tv, mente vige ancora il silenzio stampa sulle indagini sull'attentato.

Tra i luoghi che avrebbero potuto essere colpiti dagli attentatori jihadisti indicati nella lettera c'era anche l'aeroporto Atatürk. Secondo l'ultimo bilancio sono 42 i morti e 239 i feriti nell'attentato. Tra le vittime 13 stranieri: cinque sauditi, un tunisino, un uzbeko, due iracheni, un giordano, un ucraino, un iraniano e un cinese uiguro.

Tags:
attentato istanbulventi giorni fa l'allarme dei servizi turchi
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.