A- A+
Esteri
Auto elettriche, l'Ue è pronta a dazi fino al 38%. La Cina: "Vi danneggerà"
Auto elettrica Xiaomi

Dazi sulle auto elettriche cinesi. Pechino: "Danneggerà gli interessi dell'Europa"

Si alzino i dazi. Nell'ambito dell'indagine in corso, la Commissione ha provvisoriamente concluso che la catena del valore dei veicoli elettrici a batteria in Cina beneficia di sovvenzioni inique, che stanno causando una minaccia di danno economico ai produttori europei di auto elettriche.

L'indagine ha inoltre esaminato le probabili conseguenze e l'impatto delle misure su importatori, utenti e consumatori di auto elettriche nell'Ue. Di conseguenza, la Commissione ha contattato le autorità cinesi per discutere questi risultati ed esplorare possibili modi per risolvere le questioni individuate in modo compatibile con il Wto.

In questo contesto, la Commissione ha preannunciato il livello dei dazi compensativi provvisori che imporrebbe sulle importazioni di veicoli elettrici a batteria dalla Cina. Qualora le discussioni con le autorità cinesi non portassero ad una soluzione efficace, questi dazi compensativi provvisori verrebbero introdotti a partire dal 4 luglio mediante una garanzia (nella forma che sarà decisa dalle dogane di ciascuno Stato membro).

Verrebbero riscossi solo se e quando verranno istituiti dazi definitivi. I dazi individuali che la Commissione applicherebbe ai tre produttori cinesi inclusi nel campione sarebbero: BYD 17,4%; Geely: 20%; e SAIC: 38,1%.

Altri produttori di veicoli elettrici in Cina, che hanno collaborato all'inchiesta ma non sono stati inclusi nel campione, sarebbero soggetti al dazio medio ponderato: 21%. Tutti gli altri produttori di veicoli elettrici in Cina che non hanno collaborato all'inchiesta sarebbero soggetti al dazio residuo: 38,1%.

La Cina ha avvertito Bruxelles che un aumento dei dazi Ue sui veicoli elettrici "danneggerebbe" gli interessi dell'Europa e ha condannato il "protezionismo" dell'Unione.

"Va contro i principi dell'economia di mercato e delle regole del commercio internazionale, mina la cooperazione economica e commerciale tra Cina e Ue, nonche' la stabilita' della produzione automobilistica globale e della catena di fornitura", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Lin Jian.

LEGGI ANCHE: Auto elettriche, dominio Cina: scende in campo anche il colosso Xiaomi






in evidenza
Von der Leyen rieletta, la lunga fila di eurodeputati in attesa di omaggiarla con abbracci e selfie

Home

Von der Leyen rieletta, la lunga fila di eurodeputati in attesa di omaggiarla con abbracci e selfie


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Nuova CUPRA Leon: arriva l’innovativo 1.5 e-HYBRID da 272 CV DSG

Nuova CUPRA Leon: arriva l’innovativo 1.5 e-HYBRID da 272 CV DSG

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.