A- A+
Esteri
Biden conferma “entro luglio tutti gli americani saranno vaccinati”

Mentre l’Europa si dibatte attorno autorizzazione di vaccini non date, contratti con le multinazionali “quasi” in mano agli avvocati, dosi che non arrivano e l’Italia, in aggiunta al suo normale caos, ne subisce le conseguenze, gli Stati Uniti sembrano veleggiare spediti verso la vaccinazione di tutto il Paese come promesso dal nuovo Presidente. Uno sforzo logistico ed economico senza precedenti. Poche parole e molti fatti.

Joe Biden infatti ha confermato che, entro la fine di luglio, "tutti gli americani che lo desiderano potranno essere vaccinati" contro il Covid-19.

“Per allora-ha sostenuto il democratico- ci saranno 600 milioni di dosi dei vari vaccini disponibili. Durante un’apparizione alla CNN in una sorta di domanda e risposta con gli elettori a Milwaukee nel Wisconsin, primo viaggio ufficiale fuori Washington, Biden ha affrontato diversi temi ma chiaramente la pandemia è stato il più trattato.

Il Presidente non si è spinto a fare previsioni su come e quando si potrà tornare alla normalità, ma si è detto convinto che "per il prossimo Natale le circostanze saranno molto diverse. Penso che tra un anno ci saranno molte meno persone che dovranno mantenere le distanze sociali o indossare una mascherina”.

Biden ha risposto anche in merito alla riapertura delle scuole, chiuse in parte del Paese a causa della pandemia. Il presidente ha promesso che la maggior parte delle scuole elementari sarà aperta cinque giorni alla settimana entro il centesimo giorno del suo arrivo alla Casa Bianca. "Ho detto che la maggior parte delle scuole primarie deve essere aperta perché sono quelle più facili e urgenti da aprire a causa dell'impatto sui bambini e sulle famiglie costrette a rimanere a casa".

E poi ha sostenuto che, sebbene la definizione dell'ordine dei gruppi di popolazione da vaccinare dipenda dagli Stati, la sua opinione è che "bisogna spostare gli insegnanti più in alto nella gerarchia delle persone da vaccinare prima” .

Durante il programma, in cui ha risposto alle domande degli elettori di entrambi i partiti e degli indipendenti presenti, il presidente ha difeso il pacchetto di aiuti contro gli effetti della pandemia, del valore di 1.9 trilioni di dollari, che la sua Amministrazione sta provando a far passare al Congresso. "Per la prima volta c'è un consenso tra gli economisti sul fatto che adesso non è il momento del risparmio , bisogna spendere di più", ha confermato aggiungendo che “Non esiste pensare di non spendere, questo è il tempo che dobbiamo spendere, è tempo di fare le cose in grande".

Biden ha infine dimostrato quanto voglia prendere le distanze dal suo predecessore, Donald Trump, che ha evitato di nominare, arrivando addirittura a chiamarlo "l'ex tipo". "Per quattro anni, gli americani hanno avuto notizie su di lui, nei prossimi quattro anni, voglio assicurarmi che tutte le notizie riguardino il popolo americano".

Commenti
    Tags:
    vaccinopandemiabidencnn






    in evidenza
    Carolina Stramare bomba sexy: lady Pellegri, bikini africano

    Gol da vera... bomber. Foto

    Carolina Stramare bomba sexy: lady Pellegri, bikini africano

    
    in vetrina
    Sinner e Maria Braccini: sexy ex (o forse no...). Gossip

    Sinner e Maria Braccini: sexy ex (o forse no...). Gossip


    motori
    Jeep Avenger, 4 video per raccontare i valori del marchio

    Jeep Avenger, 4 video per raccontare i valori del marchio

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.