A- A+
Esteri
Caso spie, la Russia espelle 23 diplomatici britannici

Nel botta-e-risposta diplomatico tra Londra e Mosca sul 'caso Skripal' e' la volta del Cremlino: il governo russo ha espulso 23 diplomatici britannici. Una mossa che era attesa e che la premier britannica Theresa May ha accolto senza sorprese: "Non cambia i fatti", ha detto May, sottolineando che valutera' a breve con gli alleati "i prossimi passi" (giovedi' e venerdi' e' previsto a Bruxelles il vertice dei capi di Stato e di governo dell'Ue). Il governo di Londra, ha avvertito, "non tollerera' una minaccia del governo russo alla vita di cittadini britannici o di altri sul suolo britannico".

La reazione russa e' stata consegnata all'ambasciatore britannico a Mosca, Laurie Bristow, convocato di primo mattino al ministero degli Esteri russo. In risposta ad "azioni provocatorie" e "accuse non provate", Mosca ha annunciato che 23 membri dello staff dell'ambasciata britannica sono stati dichiarati persona non grata: hanno una settimana per lasciare il Paese. Inoltre, le autorita' russe hanno ritirato il consenso all'apertura del consolato generale britannico a San Pietroburgo e interrotto le attivita' del British Council sul territorio della Federazione. L'ente offre "copertura a molti agenti dell'intelligence britannico", ha accusato Vladimir Dzhabarov, primo vicepresidente della commissione Affari esteri del Senato russo.

L'istituto ha fatto sapere di essere profondamente deluso: "E' nostra opinione che, quando le relazioni politiche o diplomatiche diventano difficili, le relazioni culturali e le opportunita' educative sono di vitale importanza per mantenere il dialogo tra le persone e le istituzioni". Una crisi diplomatica che potrebbe aggravarsi ancora, dal momento che Londra ha gia' fatto sapere di aver pronta una seconda fase di possibili misure da applicare, che aprirebbe pero' la strada a una spirale di ritorsioni e contro-ritorsioni. Il passo successivo piu' ovvio sarebbe l'espulsione dell'ambasciatore russo a Londra.

Appare invece improbabile, nonostante il tema circoli tra i deputati britannici, il ritiro dell'Inghilterra dai Mondiali di calcio che si terranno in Russia questa estate. Tra le iniziative allo studio in queste ore, riferisce il 'Guardian', ci sarebbe anche uno sgarbo diplomatico a Putin: convincere il maggior numero possibile di Paesi alleati a non congratularsi domenica per la sua rielezione alla presidenza della Federazione russa, considerata certa. Sembra inoltre che Londra stia sondando gli alleati europei sulla possibilita' che espellano anche loro diplomatici russi. Intanto, dopo l'apertura di un'inchiesta sulla morte di Nikolai Glushkov, oppositore del Cremlino da anni residente nel Regno Unito, la polizia ha messo in allerta una serie di esuli russi sulla loro sicurezza, anche se al momento non ci sono prove che leghino il caso Glushkov all'avvelenamento di Skripal.

Tags:
spierussialondra
Loading...
Loading...

i più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi

Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.