A- A+
Esteri
Corea del Nord, Kim Jong-Un: "Pronti a qualsiasi guerra con Usa"

La Corea del nord "e' pronta a combattere qualsiasi guerra che gli Stati Uniti dovessero scatenare": e' il minaccioso avvertimento lanciato dal leader nordcoreano Kim Jong-Un, nel suo intervento alla cerimonia per il 70mo anniversario del Partito dei lavoratori nordcoreano (Plc) voluta dal regime comunista, a Pyongyang. Il programma nucleare e i test balistici nordcoreani hanno portato a un crescente isolamento internazionale del regime. "Gli armamenti del partito rivoluzionario significano che siamo pronti a combattere qualsiasi guerra che dovessero scatenare gli Stati Uniti imperialisti", ha affermato Kim Jong-Un. Poco prima migliaia di soldati erano entrati con il passo dell'oca nella piazza intitolata a Kim Il-Sung, "il grande leader". L'evento, annunciato a gennaio, e' il primo di questo genere presieduto da Kim Jong-Un, il leader succeduto nel 2011 al padre Kim Jong-Il. Kim, che indossava il consueto completo scuro stile Mao, ha passato in rassegna le truppe schierate sulla piazza in cui decine di migliaia di uomini e donne sventolavano bandiere e agitavano fiori. "Viva l'invincibile Partito dei lavoratori di Corea" si legge su un lungo striscione appeso a un pallone aerostatico che domina la piazza. 

Kim nel suo applauditissimo discorso ha molto insistito sul "tutt'uno" che formano i 24 milioni di nordcoreani con il Partito dei lavoratori della Corea, sotto il controllo della dinastia di famiglia dalla nascita della repubblica popolare, nel 1945. Il dittatore ha elogiato il popolo nordcoreano definendolo "la fonte del miracolo" che ha permesso al Paese di emergere "come un potente Stato socialista indipendente e in grado di difendersi da solo". Nessun accenno nell'intervento e' stato fatto al programma nucleare nordcoreano, in un probabile gesto di riguardo verso l'alleato cinese che aveva organizzato i falliti colloqui a sei per il disarmo di Pyongyang. In tribuna era presente l'alto dirigente del Partito comunista cinese Liu Yunshan, in rappresentanza del presidente Xi Jinping. Liu era stato latore di una lettera di Xi in cui si assicura che Pechino annette grande importanza ai rapporti con la Corea del nord, di cui resta il primo partner commerciale nonostante il raffreddamento degli ultimi anni. La parata militare ha visto sfilare carri armati, 200 blindati e missili balistici intercontinentali. Pyongyang ha gia' condotto tre test nucleari e ne ha minacciato un quarto nell'ambito del suo programma missilistico. Secondo l'Institute for Science and International Security americano la Corea del nord alla fine del 2014 possedeva dalle 10 alle 16 testate nucleari e potrebbe essere in grado di montarle sui missili Nodong, con una gittata di 800 chilometri.

 

Tags:
corea del nordguerrastati uniti
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.