A- A+
Esteri
Coronavirus. Per la prima volta in Usa i contagi sembrano rallentare
(fonte Lapresse)

 

Nelle crisi più nere basta un piccolo spiraglio di luce e su quello ci si aggrappa.

Per la prima volta negli Stati Uniti, dall’inizio della pandemia e soprattutto da quando sono stati registrati i primi casi ufficiali, ai primi di marzo, la curva dei contagi cresce meno impetuosa. Solo un piccolo segnale ma, se si ripetesse nei prossimi giorni aprirebbe il Paese alla speranza. La speranza di uscirne magari prima del previsto.

In tutto il mese la progressione è stata vertiginosa, dai casi zero ai 177000 contagiati in meno di un mese, da zero vittime a oltre 3500, da zero ricoveri a quasi 6000.

Coronavirus Usa. La curva dei contagi si stabilizza e rallenta.

Se questo trend continuasse si starebbe avverando la previsione di Anthony Fauci, numero uno sanitario del team di crisi della Casa Bianca che, fin dall’inizio, aveva detto di immaginare uno sviluppo di curva dei contagi di questo tipo. ‘ Dobbiamo riuscire ad avere e ci auguriamo-aveva più volte ripetuto Fauci-una crescita forte e breve ma poi una stabilizzazione e una decrescita progressiva lenta ma costante. E il tutto per permettere alla sanità di gestire l’impennata di ricoveri’.

Sembra, al momento, essere così.

Nella realtà la situazione è ancora di estrema urgenza. Proprio ieri lo stesso Governatore di New York, Andrew Cuomo, aveva chiesto a gran voce a medici volontari di altri Stati di venire ad aiutare perché il sistema stava collassando.

Coronavirus Usa. La curva dei contagi si stabilizza e rallenta

Forse questa leggerissima stabilizzazione della curva potrebbe essere la prima buona notizia per il Governatore. Un politico che ha saputo ritagliarsi tra gli americani un’immagine molto buona con le sue quotidiane conferenze stampa dove riesce ad alternare numeri drammatici a messaggi di calore e di unità. Un uomo che ha fatto cambiare idea al Presidente in un paio di occasioni, soprattutto quando Trump voleva mettere in quarantena lo Stato di New York insieme a Connecticut e New jersey.

Cuomo si è creato un’immagine talmente buona da ricevere dal fratello giornalista alla CNN una domanda precisa: se si sarebbe candidato alla Presidenza degli Stati Uniti. La risposta è stata altrettanto secca e precisa, un no, senza se e senza ma.

 

In Ogni caso la Comfort, la grande nave ospedale ormeggiata a New York sta cominciando a lavorare per aiutare il resto degli Ospedali dello Stato.

Perchè, nonostante gli aiuti ,ancora mancano ventilatori. Cuomo li ha ordinati in Cina senza aspettare quelli promessi dal Governo federale e prodotti da Ford e General Motors . E c’è pure carenza di equipaggiamento sanitario di protezione.

Ma la lieve stabilizzazione di oggi nei contagi, se confermata, potrebbe cominciare ad aprire per il Paese la prima luce in fondo al tunnel.

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirusnew yorkcuomocontagi
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Fase 2, gli sconfitti sono i cani Nostalgia delle uscite in lockdown

    Coronavirus vissuto con ironia

    Fase 2, gli sconfitti sono i cani
    Nostalgia delle uscite in lockdown

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, estate lontana! Sferzata dal Polo Nord con piogge, temporali e fresco

    Meteo, estate lontana! Sferzata dal Polo Nord con piogge, temporali e fresco


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    BMW X2 XDrive 25e, la prima compatta con trazione ibrida

    BMW X2 XDrive 25e, la prima compatta con trazione ibrida


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.