A- A+
Esteri
Guerra continua a Gaza, più di 500 morti. L'Onu: "Cessate il fuoco"

Almeno cinque persone sono morte sotto le bombe israeliane che hanno colpito un ospedale nella Striscia di Gaza. Lo ha riferito il responsabile dei servizi di emergenza palestinesi, Ashraf al-Qudra. L'ospedale colpito e' quello dei Martiri di al-Aqsa a Deir al-Balah, nel centro della Striscia, e in particolare nel mirino e' finito il terzo piano. Tra i feriti, riferiscono le fonti, anche personale medico.

APPELLO ONU - Gli Stati Uniti, l'Onu e la comunita' internazionale premono per un cessate-il-fuoco immediato a Gaza, ma al momento Israele e Hamas non intendono fare alcun passo indietro. Intanto, il numero dei morti palestinesi ha superato quota 500, 513 secondo gli ultimi calcoli.

Hamas ha assicurato che "non cedera' alle pressioni internazionali" per una tregua, nonostante il pressing del presidente dell'Anp, Abu Mazen, che a Doha ha visto Khaled Meshaal e lo ha esortato ad accettare la proposta egiziana per far tacere le armi. Il movimento islamico ha incassato un'offerta di aiuto dal capo del movimento sciita libanese Hezbollah, il potente sceicco Hassan Nasrallah. All'alba del 14esimo giorno dell'operazione Margine Protettivo, due cellule di miliziani hanno tentato di infiltrarsi attraverso un tunnel dalla Striscia dentro Israele, il quinto tentativo in due settimane. E' scattato immediatamente l'allarme ai residenti locali che sono stati fatti barricare dentro le case fino a quando l'operazione non e' stata conclusa. L'esercito ha poi diffuso il video dell'operazione: si intravedono i palestinesi armati, che si muovo furtivi tra la boscaglia, fino a quando Israele non colpisce i "terroristi": dieci i miliziani uccisi. Tra le ultime vittime dei raid su Gaza anche 9 palestinesi di una stessa famiglia morti a Rafah, sette erano bambini. Altri cinque morti in un ospedale di Deir al-Balah, dove sono rimasti feriti alcuni operatori sanitari. E' proseguita anche la pioggia di razzi contro Israele, decine in poche ore, due intercettati da Iron Dome sopra Tel Aviv. Le truppe intanto sono avanzate ulteriormente nelle Striscia, con combattimenti segnalati in molte zone.

Israele ha smentito la cattura di un proprio soldato, come rivendicato dalle Brigate Ezzedine al Qassam che ne avevano fatto nome e cognome. Ma l'ambasciatore israeliano all'Onu, ha pero' smentito che qualche soldato manchi all'appello.

Nella notte il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha rivolto un pressante appello a un cessate il fuoco "immediato". La trattativa non fa passi avanti evidenti. Ban Ki-moon oggi e' in Kuwait mentre al Cairo e' arrivato il segretario di Stato americano, John Kerry, con il mandato esplicito del presidente Barack Obama ad arrivare a una tregua. Prima di partire Kerry e' stato captato in un fuori onda contro l'offensiva israeliana sostenendo che e' tutt'altro che "mirata". Al Cairo, il ministro degli Esteri egiziano Sameh Shukri ha proseguito nei contatti con Israele e Hamas: l'Egitto vorrebbe consolidare l'appoggio internazionale al suo piano di pace prima dell'arrivo al Cairo di Kerry e Ban.

Intanto, il bilancio in domenica 20 luglio è di oltre centoventi morti in un giorno, 17 bambini. Dopo 14 giorni l'operazione "Protective Edge" (Margine protettivo) ha fatto finora circa 500 vittime. Ieri uccisi anche 13 soldati israeliani (18 le vittime di Israele in totale). Tra questi due soldati israelo-americani: il californiano Max Steinberg e il texano Nissim Sean Carmeli. Hamas ha annunciato la cattura di un soldato israeliano, ma l'ambasciatore di Israele alle Nazioni Unite ha smentito la notizia, l'esercito ha detto che sta controllando.

A Rafah, sterminata famiglia con 7 bimbi. Almeno nove palestinesi, tra i quali sette bambini, sarebbero rimasti uccisi stamattina in un raid aereo israeliano a Rafah, nel sud della striscia di Gaza. Le vittime appartenevano tutte alla stessa famiglia, che risiedeva nella casa colpita dall'attacco.

Per rafforzare la credibilità della sua rivendicazione il portavoce delle brigate Ezzedine al Qassam, Abu Obeida, ha rivelato il nome del presunto soldato israeliano catturato: "Shaul Aaron". La notizia diffusa alla tv di Hamas ha scatenato festeggiamenti con fuochi d'artificio per le strade di Gaza. Ancora nessun commento da fonti israeliane. L'ultimo soldato israeliano catturato a Gaza è il caporale Gilad Shalit, preso il 25 giugno 2006 e tenuto in ostaggio per 5 anni. Per il suo rilascio, il 18 ottobre 2011, Israele liberò circa 1.027 prigionieri.

Tags:
gazastriscia
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.