A- A+
Esteri
Israele, lacune per il cessate il fuoco. Incontro Biden-Netanyahu a luglio

Biden e Netanyahu si vedranno a Washington a fine luglio

Joe Biden e Benyamin Netanyahu si vedranno "probabilmente" a Washington in occasione della visita del premier israeliano che parlerà al Congresso il 24 luglio. 

Ufficio Netanyahu, ancora lacune tra parti per intesa Gaza

Ancora lacune per la tregua a Gaza e il rilascio degli ostaggi. Lo ha fatto sapere l'ufficio del premier Benyamin Netanyahu secondo cui "la prossima settimana partirà un team negoziale per proseguire le trattative". 

Guerra in Israele, Hamas ha accettato la proposta di pace


Hamas ha informato Hezbollah di "aver accettato una proposta per il cessate il fuoco a Gaza". Lo scrive Haaretz che cita media internazionali. Oggi una delegazione della fazione islamica guidata dall'esponente Khalil Al-Hayya ha incontrato in Libano il leader dei miliziani sciiti Hassan Nasrallah. Ynet - che cita la Reuters - ha riferito che un dirigente di Hezbollah ha detto che il cessate il fuoco comincerà in Libano non appena sarà concluso l'accordo per la Striscia di Gaza.

Idf diffonde video, 'membri Hamas picchiano civili a Gaza

L'esercito israeliano ha diffuso su X un video con immagini di "membri di Hamas che picchiano civili di Gaza catturati dopo essere entrati in un centro dove erano immagazzinati gli aiuti umanitari". Lo ha fatto sapere lo stesso Idf sottolineando che "mentre Israele sta facendo grandi sforzi per garantire che l'arrivo degli aiuti sia facilitato alla popolazione di Gaza, Hamas continua a rubarli e a nasconderli ai civili di Gaza". "Questi civili - ha proseguito - volevano solo mangiare, ma Hamas aveva altri piani". I media hanno ricordato che secondo Israele Hamas accumula scorte di cibo, trattenendo gli aiuti necessari al resto della popolazione di Gaza.

LEGGI ANCHE: Israele: 200 razzi lanciati da Hezbollah nel nostro territorio

Corridoi umanitari:arrivati a Fiumicino 51 rifugiati siriani

Sono atterrati questa mattina all'aeroporto di Fiumicino, con un volo proveniente da Beirut, 51 rifugiati siriani che hanno vissuto a lungo nei campi profughi della regione dell'Akkar, nella Valle della Bekaa e in alloggi precari alla periferia di Beirut. Il loro arrivo in Italia - in un momento molto difficile per il Libano a causa del vicino conflitto tra Israele e Hamas - è stato reso possibile grazie ai Corridoi Umanitari promossi da Comunità di Sant'Egidio, Federazione delle Chiese evangeliche in Italia e Tavola valdese, in accordo coi Ministeri dell'Interno e degli Esteri, che dal febbraio 2016 hanno portato in salvo in Italia, solo da questo paese, quasi 3mila persone. Complessivamente in Europa con i Corridoi Umanitari sono giunti 7.500 rifugiati.

I nuclei familiari giunti questa mattina, alcuni dei quali molto numerosi, saranno accolti in diverse regioni italiane (Calabria, Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana), in parte grazie ai loro parenti, giunti in precedenza coi Corridoi Umanitari e ormai bene integrati nel nostro Paese, in parte in case messe a disposizione da famiglie italiane, associazioni, Diaconia valdese e Comunità di Sant'Egidio. Queste ultime li accompagneranno nel percorso di integrazione, grazie all'apprendimento della lingua italiana e, una volta ottenuto lo status di rifugiato, all'inserimento nel mondo lavorativo. 






in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.