A- A+
Esteri
L'Isis arretra. I raid Usa funzionano

Pur senza parlare di vittoria, la campagna di bombardamenti contro l'Isis inizia timidamente a dare i suoi frutti. Dopo più di tre mesi dopo l'inizio delle operazioni da parte della coalizione guidata dagli Stati Uniti, l'avanzata dello stato islamico ha subito una battuta d'arresto, in Siria e in Iraq. A Kobané, dove i guerrieri del califfo Abu Bakr al-Baghdadi erano riusciti a piantare la loro bandiera nera dopo aver vinto su 70 villaggi circostanti, gli scioperi hanno aiutato i combattenti curdi provenienti dalla Siria e hanno anche spinto i jihadisti in ritirata. Senza contare la perdita - colossale - inflitta alle loro file: umana, fisica e psicologica.

Tags:
isis
in evidenza
Lo scivolone di Burioni su Twitter: "Si scrive valige, non valigie"

Il tweet del virologo fa discutere

Lo scivolone di Burioni su Twitter: "Si scrive valige, non valigie"


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
Dacia, iniziata pa produzione del primo Jogger Hybrid 140

Dacia, iniziata pa produzione del primo Jogger Hybrid 140

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.