A- A+
Esteri

Dove vorresti che sparassimo un missile? Un gruppo islamista libico ha pubblicato un sondaggio su Facebook chiedendo al pubblico di votare il suo prossimo obiettivo. Le tre opzioni, si legge sul Guardian, sarebbero il Congresso nazionale generale della Libia, "le ambasciate" e le forze speciali Thunderbolt di Bengasi. Un post precedente dello stesso gruppo specifica che tra le scelte c'e' l'ambasciata americana: proprio oggi ricade l'anniversario dell'omicidio dell'ambasciatore statunitense Chris Stevens, ucciso a Bengasi l'11 settembre del 2012. Il gruppo aggiunge: "Con l'avvicinarsi della giornata mondiale di orrore per gli infedeli e gli Apostati, l'11 settembre, ci sara' un attentato". Le autorita' e le ambasciate a Tripoli sono in allerta, e qualcuna oggi e' rimasta chiusa per paura di attacchi terroristici. Gli Stati Uniti hanno trasferito in Libia piu' di 500 marines per monitorare la situazione.

Tags:
jihad
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.