A- A+
Esteri

L'inno nazionale svizzero deve avere un testo conforme allo spirito del tempo e una nuova melodia. Per questo oggi, giorno della Festa nazionale svizzera, dal simbolico "praticello del Gruetli", è stato annunciato il concorso per il nuovo inno: le proposte dovranno arrivare nel primo semestre, poi una giuria designerà il vincitore.

Alla base del testo per il nuovo inno dovrebbe esserci il preambolo della Costituzione federale e la melodia dell'inno attuale dovrà essere almeno riconoscibile nel nuovo. La giuria sarà composta di 20 membri e copresieduta da quattro personalità delle quattro regioni linguistiche.

L'inno elvetico - aveva detto lo scorso anno la Società svizzera di pubblica utilità (SSUP) - è "antiquato, scritto in un linguaggio ingombrante e superato". Si rende quindi necessario, per trovare maggiore consenso, un contenuto nuovo e consono alla Svizzera moderna. La nuova versione dell'inno dovrebbe essere introdotta a partire dal Primo Agosto 2015.

Il praticello del Gruetli, considerato la "culla della Svizzera", si affaccia sul Lago dei Quattro Cantoni: è il luogo dove il Primo agosto 1291 venne pronunciato il giuramento di alleanza tra le comunità di Uri, Svitto e Untervaldo, nucleo originario della Confederazione Elvetica.
 

Tags:
svizzerainno nazionale
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.