A- A+
Esteri
La Casa Bianca irritata con Renzi per la frenata sulla Libia
Libia, irritazione della Casa Bianca per la frenata di Renzi

Matteo Renzi rallenta l'intervento in Libia

Venerdì 4 marzo l'ambasciatore Usa in Italia, John R. Phillips, afferma che il nostro Paese avrà la guida della missione italiana in Libia, spingendosi addirittura a prevedere l'impiego di 5.000 soldati italiani. Passano due giorni e Matteo Renzi, in diretta nel salotto di Barbara D'Urso, sbertuccia gli americani: "La guerra non è un videogame".

Fonti del Pd spiegano ad Affaritaliani.it che la retromarcia del premier - pochi giorni fa il ministro Gentiloni aveva confermato la guida italiana della missione in Libia - non è da legare alla vicenda degli ostaggi italiani (due tornati a casa e due barbaramente uccisi) ma al "timore del presidente del Consiglio di perdere voti e punti nel consenso personale".


Dal Nazareno spiegano che "la Libia rischia di essere la tomba politica di qualsiasi governo" e che, "vista l'ossessione di Renzi per la fiducia e i sondaggi, con la maggioranza netta degli italiani contrari all'azione militare, è comprensibile la brusca frenata sull'uso delle armi".

La Casa Bianca non apprezza la frenata di Renzi sulla Libia

Però - sempre secondo quanto Affaritaliani.it ha appreso da fonti dem - le parole di Renzi e la svolta attendista sulla Libia hanno irritato non poco la Casa Bianca. L'Amministrazione Usa di Barack Obama non ha gradito le ultime mosse del governo italiano, anche perché - è il ragionamento che fanno a Washington - con questi stop and go il pericolo è quello di dare un segnale di debolezza dell'Occidente, anziché di fermezza, nella lotta contro l'Isis e i terroristi islamici.

Tags:
intervento militare libiarenzi intervento libiarenzi obama
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.