A- A+
Esteri
La Casa Bianca irritata con Renzi per la frenata sulla Libia
Libia, irritazione della Casa Bianca per la frenata di Renzi

Matteo Renzi rallenta l'intervento in Libia

Venerdì 4 marzo l'ambasciatore Usa in Italia, John R. Phillips, afferma che il nostro Paese avrà la guida della missione italiana in Libia, spingendosi addirittura a prevedere l'impiego di 5.000 soldati italiani. Passano due giorni e Matteo Renzi, in diretta nel salotto di Barbara D'Urso, sbertuccia gli americani: "La guerra non è un videogame".

Fonti del Pd spiegano ad Affaritaliani.it che la retromarcia del premier - pochi giorni fa il ministro Gentiloni aveva confermato la guida italiana della missione in Libia - non è da legare alla vicenda degli ostaggi italiani (due tornati a casa e due barbaramente uccisi) ma al "timore del presidente del Consiglio di perdere voti e punti nel consenso personale".


Dal Nazareno spiegano che "la Libia rischia di essere la tomba politica di qualsiasi governo" e che, "vista l'ossessione di Renzi per la fiducia e i sondaggi, con la maggioranza netta degli italiani contrari all'azione militare, è comprensibile la brusca frenata sull'uso delle armi".

La Casa Bianca non apprezza la frenata di Renzi sulla Libia

Però - sempre secondo quanto Affaritaliani.it ha appreso da fonti dem - le parole di Renzi e la svolta attendista sulla Libia hanno irritato non poco la Casa Bianca. L'Amministrazione Usa di Barack Obama non ha gradito le ultime mosse del governo italiano, anche perché - è il ragionamento che fanno a Washington - con questi stop and go il pericolo è quello di dare un segnale di debolezza dell'Occidente, anziché di fermezza, nella lotta contro l'Isis e i terroristi islamici.

Tags:
intervento militare libiarenzi intervento libiarenzi obama
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
CUPRA Born,ordinabile in Italia

CUPRA Born,ordinabile in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.